Nokia 2.3, la nostra recensione con foto, curiosità e utili informazioni

Nokia 2.3

Nokia 2.3

Svelato il 5 dicembre 2019 e in vendita in Italia dalla metà del mese di gennaio 2020, il Nokia 2.3 è lo smartphone di fascia bassa progettato per chi desidera godere delle più recenti funzionalità di Android ad un prezzo contenuto. Infatti, al costo di 129 Euro (prezzo di listino) offre, tra l’altro, il tasto dedicato all’Assistente Google, la funzione Batteria Adattiva assistita dall’Intelligenza Artificiale, lo sblocco facciale biometrico e la nuova Ambient Mode che rende interattiva e più informativa la schermata di blocco di Android quando il dispositivo viene messo in carica.

Inoltre, la certificazione Android One garantisce all’utente le novità che Google implementerà nei 2 aggiornamenti di sistema successivi ad Android 9 Pie (Android 10 e Android 11) ma anche la massima protezione del sistema grazie alla possibilità di ricevere e installare le patch di sicurezza fino a tutto il 2022.

In questa nostra recensione vi forniremo le nostre impressioni sull’esperienza d’uso fornita dal dispositivo, alcuni scatti e video realizzati con la sue fotocamere e, nella video recensione che trovate alla fine, vi mostreremo come si comporta nell’avvio e nell’utilizzo delle applicazioni più popolari.

Nota: il modello di Nokia 2.3 da noi testato è il TA-1206 con Android 9 Pie v1.240.

Design e Display

Rispetto al suo predecessore (il Nokia 2.2 lanciato sul mercato la scorsa estate) Nokia 2.3 offre un design più curato e gradevole. La scocca è infatti disponibile in tre accattivanti colorazioni (Charcoal, Cyan Green e Sand) e ha una piacevole finitura satinata che non trattiene le impronte e rende salda l’impugnatura. HMD Global dichiara che il telaio sia in metallo pressofuso mentre la parte posteriore, esterna, in polimero: un mix che garantisce al dispositivo un’elevata robustezza e resistenza. A noi non ci è mai cascato in terra ma vi possiamo garantire che quando lo si tiene in mano si ha una sensazione di estrema solidità.

Il Nokia 2.3 ci piace anche per le sue dimensioni: 157.69 x 75.41 x 8.68 mm. A nostro parere è grosso e sottile il giusto per uno smartphone dei giorni nostri e si tiene senza alcun fastidio nella tasca dei jeans. Il peso è invece di 183 grammi, ben distribuiti e bilanciati su tutta la superficie.

Il display è un semplice pannello LCD in formato 19:9 con una diagonale da 6,20 pollici e una risoluzione HD+. Offre un ampio angolo di visione, una discreta luminosità (anche se sotto la luce diretta del sole non è il massimo) e la possibilità di regolare il bilanciamento del bianco dalle Impostazioni. La tacca che ospita la fotocamera frontale (notch) non dà alcun fastidio nell’utilizzo quotidiano delle applicazioni, anzi riteniamo che conferisca al dispositivo quel tocco di “modernità” in più che la moda del momento impone anche sui dispositivi di fascia bassa. Buono il trattamento oleofobico del vetro protettivo.

Nokia 2.3

Nokia 2.3

Tasto Assistente Google

Può risultare utile in tante situazioni e circostanze ma noi di Nokioteca continuiamo a sostenere che la sua posizione non sia delle migliori: spesso, quando si maneggia il dispositivo, capita di premerlo involontariamente (ad esempio per fare uno screenshot o più semplicemente per sbloccare/spegnere il dispositivo) e questo può risultare fastidioso.

Anche l’esperienza d’uso su Nokia 2.3 non è delle migliori: l’avvio e la messa in ascolto dell’assistente dopo la pressione del tasto risultano lenti nella maggior parte dei casi e non sono rare le volte in cui occorre ripetere il comando che si vuole impartire affinché venga completamente “catturato” ed eseguito. La nota positiva è che l’utilizzo assiduo permette all’Assistente Google di conoscere meglio l’utente e adattarsi alle sue esigenze.

Nota: da Impostazioni, Sistema, Gesti è possibile disattivare il Tasto Assistente Google.

Hardware

Il processore del Nokia 2.3 è lo stesso che HMD Global ha integrato nel Nokia 2.2: quad-core MediaTek Helio A22 da 2 GHz con GPU IMG PowerVR. Anche il quantitativo di memoria RAM è il medesimo, 2 GB. La dimensione della memoria interna, invece, raddoppia a 32 GB con possibilità di espansione fino a 512 GB tramite micro SD (solo per foto, video e contenuti multimediali, non per l’installazione di app).

La connettività è garantita dalla porta micro USB, dal Bluetooth 5.0 e dal Wi-Fi 802.11 b/g/n che però è nella sola frequenza di 2.4 GHz. Non mancano, ovviamente, le antenne dedicate ai servizi di geolocalizzazione (GPS/AGPS/GLONASS/Beidou) e il foro per il jack da 3.5 mm utile anche per l’avvio dell’applicazione Radio FM preinstallata. La batteria è invece da ben 4.000 mAh, dunque 1.000 mAh in più rispetto al Nokia 2.2.

Il comparto fotografico comprende invece una Dual Camera posteriore da 13 MP (f/2.2) + 2 MP per la profondità con singolo flash LED e una fotocamera anteriore da 5 MP (f/2.4) utilizzabile anche per lo sblocco del display attraverso il face-unlock biometrico.

| Leggi anche: Nokia 2.3, specifiche tecniche, immagini e video ufficiali

Fotocamera

Ma qual è la qualità delle foto e dei video realizzati con le due sopracitate fotocamere? La risposta è negli scatti di esempio che vi proponiamo a seguire e nelle prove di registrazione a 1080p che trovate alla fine di questa recensione. Considerando che stiamo parlando di un dispositivo di fascia bassa noi riteniamo che la qualità sia buona in ogni situazione e condizione di luce. Certamente i risultati migliori si ottengono all’aperto nelle giornate di pieno sole ma anche quando cala la notte e la luce proviene da fonti luminose artificiali si ottengono risultati più che accettabili.

I video registrati con la Dual Camera posteriore risentono invece dell’assenza di un qualsiasi sistema di stabilizzazione delle immagini pertanto quando si è in movimento si otterranno immagini traballanti. Anche la velocità di messa a fuoco di oggetti e soggetti non è il massimo ma pretendere di più da un dispositivo da circa 100 Euro non sarebbe giusto.

Le funzioni dell’applicazione Fotocamera sono quelle di base che abbiamo già visto su altri dispositivi Nokia di fascia bassa pertanto, nella schermata principale, troviamo solo le modalità Foto, Video e Ritratto mentre nella sezione “Altre” abbiamo le modalità Panoramica, Time-lapse e Quadrato oltre al collegamento per l’avvio rapido di Google Lens.

Nella Modalità Ritratto ci sono poi 6 differenti opzioni di sfocatura dello sfondo. Noi le abbiamo provate tutte ma come potete vedere nei selfie che vi proponiamo qui sotto non ci sono sostanziali differenze tra un filtro bokeh e l’altro.

Tra le opzioni di scatto disponibili nella modalità Foto segnaliamo anche l’HDR automatico, il filtro Bellezza e quella denominata Profondità (attivabile dalle Impostazioni) che permette di regolare la messa a fuoco anche post-scatto, da Google Foto. Nella modalità video,  invece, troviamo le opzioni che consentono di mettere in pausa e catturare fotogrammi durante la registrazione.

Software, prestazioni e usabilità

Nokia 2.3 viene proposto con Android 9 Pie di serie e, come su quasi tutti i dispositivi Nokia, con certificazione Android One che garantisce un’esperienza d’uso pura, sicura e aggiornata fino alla fine del 2022. Sarà aggiornato a Android 10 entro il primo semestre del 2020 ma, nel momento in cui scriviamo, ha già ottenuto le patch di sicurezza di gennaio 2020.

Anche su Nokia 2.3, così come abbiamo visto su Nokia 2.2, l’esperienza d’uso richiede l’accettazione di qualche compromesso. La risposta agli input e l’apertura delle applicazioni più popolari non sono sempre rapidi e lo scrolling dei contenuti in sequenza, come ad esempio quelli dei feed di Twitter, si va spesso incontro a lag e impuntamenti.

Le attese prolungate si riscontrano anche nell’utilizzo delle sue funzioni più caratterizzanti e distintive. Ci riferiamo al riconoscimento del volto per lo sblocco del sistema, che impiega circa 4 secondi prima di consentire l’accesso alla schermata home e non è utilizzabile in ambienti bui o con poca luce, e al tasto per richiamare l’attenzione dell’Assistente Google, anch’esso un po’ lentino nel mettersi in ascolto ed esaudire le richieste impartite dall’utente.

Nulla da eccepire, invece, sull’utilizzo del Nokia 2.3 come telefono tradizionale sebbene la schermata dedicata che appare ad ogni chiamata impieghi qualche istante di troppo prima di caricare tutte le icone e le opzioni utili alla conversazione. Il segnale di rete, comunque, è buono (a Milano con SIM iliad) così come l’audio in capsula (in vivavoce è un po’ gracchiante).

Peccato per l’assenza della gesture “doppio tocco” che permette di riattivare il display dallo standby ma a sopperire, in parte, a tale mancanza c’è quella denominata “Solleva per controllare il telefono”. L’Ambient Display è invece decisamente scarno di opzioni mentre l’Ambient Mode citato all’inizio permette di trasformare il Nokia 2.3 in una sorta di “schermo intelligente” per ottenere informazioni da Google con un semplice comando vocale quando è sotto carica.

Batteria e autonomia

La batteria da 4.000 mAh del Nokia 2.3 garantisce davvero, come dichiara HMD Global, due giorni di autonomia se l’utilizzo di app e funzioni di sistema è moderato. Il merito non è solo della suddetta alta capacità ma anche del sistema operativo “puro”, dell’assenza di inutili bloatware (che spesso si trovano sugli smartphone della concorrenza) e dal lavoro in background della funzione Batteria Adattiva che, con il supporto dell’Intelligenza Artificiale, limita l’utilizzo della batteria per le applicazioni usate di rado.

Un ciclo di ricarica completa della batteria, dal 15 al 100%, impiega circa 3 ore.

Curiosità e info utili:

  • In Italia il Nokia 2.3 viene venduto con supporto al Dual SIM e il vano dedicato è composto da 2 distinti slot per le SIM e 1 slot per la micro SD per un totale di 3 slot
  • Il supporto al doppio tocco per riattivare il display dallo standby è assente
  • La confezione di vendita non include le cuffie
  • Nokia 2.3 supporta il tethering USB
  • Il chip NFC è assente
  • L’Assistente Google può essere utilizzato anche per realizzare selfie e foto veloci con i comandi “Scatta un selfie” o “Scatta una foto”

A seguire il video di Francesco Colonna che mostra l’esperienza d’uso e le principali caratteristiche di Nokia 2.3 e il video con gli esempi di registrazione a 1080p in diverse situazioni e condizione di luce. Dategli un’occhiata e fateci sapere nei commenti cosa ne pensate.



6 Commenti

  1. ☏ Fabio
  2. ☏ Pasquale Mirante
  3. Stefano
    • ☏ Fabio
      • ☏ Stefano
  4. Ludovico

Aggiungi un commento

Leggi e commenta tutti gli articoli dallaNokioteca App per Android
+