Nokia 4.2, la nostra recensione con foto, curiosità e utili informazioni

Nokia 4.2

Nokia 4.2

Dopo alcune settimane di utilizzo, ecco a voi la nostra recensione completa sul Nokia 4.2, lo smartphone di fascia medio-bassa di HMD Global che vanta 3 caratteristiche uniche: il supporto al riconoscimento facciale, il LED di notifica integrato nel tasto di accensione e il tasto dedicato per l’Assistente Google. Oltre a tutto ciò questo dispositivo ha pure la certificazione Android One pertanto chi lo acquisterà avrà la certezza di ricevere due major update e 3 anni di patch per la sicurezza (a partire dalla data di lancio sul mercato, aprile 2019).

Prima di iniziare a illustrare le sue caratteristiche e fornirvi le nostre impressioni desideriamo informarvi che il Nokia 4.2 da noi provato è il modello TA-1157 con 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna, variante che su Amazon, nel momento in cui scriviamo, è acquistabile a soli 169 Euro con spedizione gratuita sia con scocca nera sia con scocca rosa (entrambe con slot Dual SIM).

Design

Nokia 4.2 ha un design semplice e in linea con quanto offre attualmente il mercato. E’ infatti costituito da un scocca in vetro, display fullscreen con tacca (notch) a goccia e da uno spessore abbastanza contenuto (solo 8,39 mm). Non brilla per originalità ma è comunque un bel vedere, soprattutto nella variante “Pink” (rosa) che, siamo sicuri, saprà conquistare le consumatrici più attente all’estetica degli “accessori” che si portano appresso. Peccato per l’assenza di un efficiente trattamento oleofobico (le ditate vengono impresse con molta facilità sulla scocca, meno sul display) mentre la compattezza, i bordi arrotondati e il peso di soli 161 grammi rendono il Nokia 4.2 molto comodo da tenere in mano, in tasca o in una borsetta.

Display

Il display del Nokia 4.2 è un semplice pannello LCD (TFT) da 5.71 pollici con risoluzione HD+ (720 x 1520 pixel, 295 PPI) e rapporto di forma in 19:9 che rende più “immersiva” la riproduzione dei video e l’esperienza di gioco. Offre un discreto livello di nitidezza e contrasto e un buon angolo di visione ma sotto la luce diretta del sole non garantisce una visione ottimale (i contenuti e le scritte si leggono, ma con un po’ di fatica).

Dalle Impostazioni di sistema, nella sezione Display, è possibile regolare il bilanciamento del bianco per scegliere la temperatura del colore desiderata (fredda o calda). E’ inoltre possibile attivare la funzione “Display Ambient” per la visualizzazione delle notifiche anche quando il dispositivo è in standby ma solo nel momento in cui arrivano e per pochi secondi (una volta scomparse non è più possibile rivederle).

LED di Notifica

Accogliendo le richieste e i suggerimenti degli utenti, HMD Global ha ben pensato di integrare un LED di notifica nel tasto di accensione di questo dispositivo (e su Nokia 3.2): una soluzione intelligente e utile che permette di essere avvisati con un solo colpo d’occhio della presenza di nuovi messaggi ricevuti e di chiamate perse. Infatti, all’arrivo di una nuova notifica tale LED si accende a intermittenza seguendo il ritmo della respirazione naturale, più o meno come accadeva con il tasto frontale del mitico Nokia N8 ai tempi di Symbian OS.

Nokia 4.2 - LED di notifica

Nokia 4.2 – LED di notifica

E’ bene sapere che il LED di notifica in oggetto si accede solo per avvisare l’utente di chiamate perse e di nuovi SMS o nuovi messaggi ricevuti dalle app di messaggistica istantanea più popolari (ad esempio WhatsApp o Messenger): non si attiva, dunque, per le notifiche che vengono inviate da tutte le altre applicazioni installate come ad esempio Facebook, Twitter o Nokioteca App.

Secondo la nostra esperienza d’uso, il consumo di energia del LED di notifica è davvero esiguo, trascurabile. Tuttavia, dalla sezione App e Notifiche delle Impostazioni di sistema è comunque possibile disattivare questa “Luce di notifica” in qualsiasi momento.

Nota: durante la ricarica della batteria o quando il Nokia 4.2 viene collegato al PC via USB (anche per il trasferimento file), il LED di notifica rimane acceso.

Hardware

L’architettura hardware del Nokia 4.2 è basata sul processore octa-core Snapdragon 439 che Qualcomm ha lanciato sul mercato nella seconda metà del 2018 per consentire anche ai dispositivi di fascia media e medio-bassa di effettuare download/upload di dati ad una discreta velocità e di elaborare le immagini catturate dalla fotocamera con efficienza e un basso consumo energetico. A supporto della suddetta CPU c’è la GPU Adreno 505 e un discreto quantitativo di memoria RAM: 2 o 3 GB.

CPU-Z

CPU-Z

La memoria interna è invece da 16 o 32 GB (tipo eMMC) mentre la connettività è garantita dalla porta micro USB, dal 4G/LTE, dal WiFi mono band (si connette solo alle reti Wifi a 2,4 GHz), dall’NFC (utilizzabile anche per i pagamenti contact less) e dal Bluetooth 4.2. Apprezzabile è anche la scelta di dotare il dispositivo di un “carrellino” capace di alloggiare, contemporaneamente, le due nano SIM e la micro SD per l’espansione di memoria (fino a 400 GB).

Il comparto fotografico è supportato da una Dual Camera posteriore con 1 sensore da 13 MP AF/F2.2/1.12µm e 1 da sensore da 2 MP FF/F2.2/1.75 µm con rilevamento di fase e flash LED, e da una fotocamera anteriore da 8 MP FF/F2.0/1.12µm. Assente qualsiasi sistema di stabilizzazione delle immagini, sia ottico (OIS) sia elettronico (EIS).

Completano la dotazione hardware del Nokia 4.2, il lettore di impronta digitale (sul retro), il foro per il jack da 3.5mm, il chip per la Radio FM, due microfoni, la batteria da 3000 mAh (non rimovibile) e, ovviamente, le antenne per l’utilizzo dei sistemi di navigazione satellitare GPS/AGPS, GLONASS e Beidou (assente il supporto al sistema europeo Galileo).

Fotocamera

Se si tiene a mente che il Nokia 4.2 è un dispositivo di fascia medio-bassa, non è un’esagerazione dire che la qualità delle foto e dei video ottenibile dalle due suddette fotocamere è di buon livello. Come potete vedere dagli scatti che seguono, eseguiti con il punta e scatta e dunque con le impostazioni predefinite, la gestione della luce è efficiente anche in condizioni di scarsa luminosità, i colori risultano fedeli alla realtà e i contorni di soggetti e oggetti ripresi sono ben delineati. Anche zoomando al massimo non si notano gravi ed evidenti sgranature o “impasti” e le registrazioni video, come potete vedere nel video a fine articolo, sono più che accettabili anche quando il buio della notte cala e la luce proviene da fonti artificiali.

L’interfaccia utente dell’app Fotocamera è leggermente diversa rispetto a quella che finora abbiamo visto sui dispositivi Nokia Android. Ora, attraverso un nuovo menu a comparsa accessibile toccando l’apposito “bottone”, si accede alle modalità e alle funzioni meno utilizzate: Quadrato, Time-lapse, Panoramica e Google Lens. Con il solito swipe da destra a sinistra (e viceversa) si accede invece alle modalità Foto, Video, Pro e Live Bokeh. Dalle Impostazioni, infine, è possibile attivare la funzione per la creazione dei file RAW (DNG) per le foto, quella per scattare Foto a raffica e quella per attivare la mappa di “Profondità” che permette la regolazione della messa a fuoco anche dopo lo scatto (attraverso l’editor di Google Foto).

Da non sottovaolutare è inoltre la possibilità concessa dalla fotocamera anteriore di gestire l’HDR (non attiva, attiva, automatica), di sfruttare la modalità “Live Bokeh” per le foto e di registrare video ad una risoluzione di 1080p come la fotocamera posteriore.

Software, prestazioni e usabilità

Nokia 4.2 è stato lanciato sul mercato con Android 9 Pie di serie e, come detto all’inizio, con certificazione Android One. L’esperienza d’uso è dunque in linea con quanto finora è stato offerto e garantito da HMD Global su tutti i propri smartphone Nokia Android: semplice e senza personalizzazioni all’interfaccia. Tuttavia, questa semplicità e “leggerezza” del sistema operativo non sempre si traduce in fluidità e rapidità di risposta agli input. A volte, infatti, è possibile imbattersi in rallentamenti durante la digitazione del PIN di sblocco del sistema, in piccoli lag nei giochi con grafica spinta e in qualche impuntamento con le applicazioni un po’ pesanti. Ma nulla di grave: nei dispositivi di fascia medio-bassa, anche della concorrenza, tutto ciò è abbastanza “normale”.

Il riconoscimento facciale è utile per lo sblocco del sistema, soprattutto nelle situazioni in cui non è possibile l’utilizzo delle mani/dita, ma non vi aspettate la rapidità e l’efficienza di sblocco dei top di gamma (con poca luce fatica non poco a riconoscere il volto). Anche il pulsante dedicato all’Assistente Google può risultare utile in determinate circostanze (ad esempio per realizzare selfie e foto veloci con i comandi “Scatta un selfie” o “Scatta una foto”) ma il suo posizionamento, a nostro parere, non è dei migliori tanto che spesso, quando lo si maneggia, capita di premerlo involontariamente (ad esempio per fare uno screenshot o più semplicemente per sbloccare/spegnere il dispositivo), e questo può risultare fastidioso.

Nota: il tasto per l’Assistente Google non è personalizzabile ma può essere disattivato da Impostazioni, Sistema, Gesti (vedi primo screenshot della galleria qui sotto).

Nulla da segnalare per quanto riguarda la ricezione del segnale di rete (a Milano, con SIM Iliad, prende bene ovunque) così come per la velocità di risposta del sensore di impronta digitale che può essere sfruttato anche per far scendere la tendina dell’area delle notifiche con un comodo sfioramento del dito verso il basso. Sufficiente è invece la qualità dell’audio e della musica diffusa dall’altoparlante: le sonorità sono accettabili (per un dispositivo di fascia medio-bassa) ma la potenza di amplificazione poteva essere migliore. Stesso discorso per la cattura dell’audio, attraverso i due microfoni integrati, durante le registrazioni video.

Batteria e autonomia

La batteria da 3000 mAh del Nokia 4.2 permette di arrivare a sera con un utilizzo moderato ma se l’utilizzo si fa intenso si potrebbe faticare a tenerlo acceso per l’intera giornata. Il supporto alla tecnologia Quick Charge 3.0 di Qualcomm permette di effettuare una ricarica completa, da una carica residua del 20%, in circa 2 ore e mezza.

Confezione di vendita

All’interno della confezione, oltre al dispositivo, c’è solo il cavo USB e l’adattatore/trasformatore da muro da 5V e 1A. Niente auricolari.

Curiosità e info utili:

  • L’utilizzo del Nokia 4.2 non è compromesso se si indossano occhiali da sole polarizzati: i contenuti mostrati si vedono correttamente sia che si mette il dispositivo in posizione verticale sia orizzontale.
  • Nokia 4.2 offre il supporto a Qualcomm aptX che permette di ascoltare musica e file audio in alta qualità anche in modalità wireless (tramite bluetooth).
  • Nokia 4.2 supporta anche il Miracast (screen mirroring). Si attiva dalla funzione Trasmetti integrata in Android.
  • Il 4G+ non è supportato.

A seguire la nostra video recensione completa a cura di Francesco Colonna e il video con le prove di registrazione a 1080p. Dategli un’occhiata e fateci sapere nei commenti cosa ne pensate.



20 Commenti

  1. ☏ alex930
  2. ☏ Fabio
  3. ☏ Pasquale Mirante
  4. Alessio (oissela)
    • ☏ alex930
    • ☏ Pasquale Mirante
    • ☏ fla76
  5. redheart
    • ☏ Alessio (oissela)
      • redheart
    • ☏ provinciami
      • Alessio (oissela)
        • ☏ provinciami
          • ☏ Alessio (oissela)
          • ☏ provinciami
      • ☏ alex930
  6. ☏ Fabio
    • ☏ provinciami
  7. Manfredi

Aggiungi un commento

Leggi e commenta tutti gli articoli dallaNokioteca App per Android
+