La comunità Maemo.org lascia Nokia, l’azienda finlandese finanzia i costi di migrazione

La comunità di sviluppatori di Maemo.org, che per diversi anni ha fornito il proprio contributo a scrivere la storia di Nokia, taglia il cordone ombelicale con la casa madre. E’ quanto apprendiamo da questo breve comunicato, pubblicato più di un mese fa su maemo.org, in cui si annuncia che Nokia fornirà il supporto economico per la migrazione delle infrastrutture e degli sviluppatori che per anni hanno supportato, ufficiosamente e con la forza della passione, lo sviluppo di Maemo prima e di MeeGo poi.

“Condannati” dalla politica aziendale introdotta da Stephen Elop all’indomani del proprio insediamento alla guida di Nokia, i membri di maemo.org abbandonano le strutture di proprietà Nokia che hanno occupato fino a poche settimane fa, per essere ospitati dalla Fondazione Hildon.

Come già successo per Jolla, supportata economicamente e con le risorse umane e professionali cresciute nel quartier generale di Espoo, anche per maemo.org, forse per un senso di riconoscenza e un leggero rimorso, Nokia ha allargato i cordoni della borsa e contribuito alle spese necessarie per la migrazione dell’intera struttura.

A partire da quest’anno i costi torneranno in carico alla Fondazione Hildon che, probabilmente, continuerà l’opera di supporto per Maemo e MeeGo, avvalendosi anche della preziosa collaborazione con Jolla, in procinto di presentare i primi device equipaggiati col nuovo software di sistema derivato proprio da Maemo e MeeGo, un software “aperto” basato sulla piattaforma Linux.

Maemo.org_logo

Scopri le offerte

13 Commenti

  1. Leonardo
  2. Adriano Di Bella
  3. Saccese
  4. _thedoctor46_
  5. 2eu5
  6. N8 Michele
  7. Lucazz990
  8. SVince
  9. axel619
    • iclaudio
  10. Daniele
    • kalle
  11. Vlad

Aggiungi un commento

Leggi e commenta gli articoli di Nokioteca dalla nuovaApp per Android
+