Chris Weber: “iOS e Android si basano su software obsoleti”

Chris Weber

Chris Weber

Dopo le dichiarazioni di ieri, Chris Weber, presidente di Nokia North America, torna a parlare dei futuri device Nokia Windows Phone in un’intervista rilasciata al sito web venturebeat.com.

Weber ribadisce i concetti già espressi e ampiamente conosciuti al grande pubblico: stop alla vendita di device Symbian negli USA e un secco “no” alla commercializzazione del Nokia N9 negli Stati Uniti, che è e resterà “un esperimento, il primo e ultimo dispositivo Nokia MeeGo”.

Nelle parole di Weber è evidente una fiducia cieca nei futuri device Nokia Windows Phone, forse dettata dall’esperienza maturata nell’azienda di provenienza (anche lui ex manager Microsoft, come il suo “capo”, Sthepen Elop). A suo dire, il sistema operativo prodotto da Microsoft è nettamente superiore a quello di Android e iOS, in quanto offre un interfaccia più semplice e intuitiva ma soprattutto un integrazione profonda con i più famosi social network eliminando così l’utilizzo di applicazioni dedicate. Inoltre, Windows Phone OS ha il supporto completo a sistemi cloud-based proprietari (Skydrive e Office 365) che permetteranno in pochi click di condividere, salvare o modificare file ovunque ci si trovi (a patto che si disponga di una connessione a internet..). E con l’upgrade a Mango si disporrà della tecnologia Speech-To-Text che permette di gestire messaggi e compiere altre operazioni sul proprio smartphone esclusivamente usando la voce e senza mai toccare il telefono (anche in questo caso sarà necessario essere connessi a internet…).

“Nokia esordirà sul mercato con un device Windows Phone nel 2011”, conferma Weber, anche se non è dato sapere su quali mercati verrà reso disponibile. Quello che è sicuro è che lo sforzo massimo ci sarà nel 2012, con la presentazione di una più ampia e completa gamma di terminali Windows Phone, ed è lì che Nokia si giocherà gran parte del proprio futuro: una partita da “dentro o fuori”, col tentativo, neanche troppo velato, di irrompere nel mercato USA e conquistare fiducia (e soldi) di un gran numero di clienti.

“Siamo più avanti di loro, con la nostra tecnologia”, chiosa Weber riferendosi a Google ed Apple. Chissà se le sue parole sono frutto di convinzioni o solo un modo per autosuggestionarsi e preparare il campo ai nuovi device nati dalla partnership Nokia/Microsoft.
Certo, Nokia fornirà il proprio hardware che nonostante tutto rimane il top nel settore, e Microsoft porterà i servizi software, nati ed evoluti dall’azienda leader nel settore da sempre.
Ma cosa potrà avere di così diverso e rivoluzionario uno smartphone progettato e costruito da un’azienda che fa lo stesso lavoro anche per la concorrenza?

Scopri le offerte

24 Commenti

  1. Gitano
  2. dj U.G.
    • denni1327
      • dj U.G.
  3. biofaz
  4. Matteo Biasi
  5. jocker1
    • Matteo Biasi
      • Gitano
        • Gitano
          • jocker1
  6. YTR
  7. Rothssj
  8. roby045
  9. giorgi
  10. Matteo
  11. jfl
  12. Racks87
    • Racks87
  13. Didakos
  14. digable
  15. yeee
  16. Alias89

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi e commenta gli articoli di Nokioteca dalla nuovaApp per Android
+