Jump to content
Nokioteca Forum

Tuxinside

Utente
  • Content Count

    7
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Tuxinside last won the day on May 22

Tuxinside had the most liked content!

Community Reputation

1 Neutral

About Tuxinside

  • Rank
    Newbie

Informazioni personali

  • Sesso
    Maschio
  1. La creazione di applicazioni con questa tecnica, altro non consiste che nel creare un istanza speciale del browser che punti ad un url specifico. Di fatto sono "app" per modo di dire, sono piú semplici istanze del browser opportunamente mascherate. Per quanto riguarda lo sviluppo di app "native" vere e proprie, la tecnica é quella presente al punto 3 del forum di bananahackers. Solo che invece di caricare un sito statico scaricato, devi caricare pagine in html che richiamino codice javascript scritto su misura, che effettui chiamate ajax al sito di destinazione. Non é detto che i siti abbiano endpoint per API pubblicamente accessibili, o anche se li hanno, che siano liberamente usabili da chiunque. Esempio, se una banca fa un app per lo smartphone, sicuramente sulla loro web application é disponibile una serie di API richiamabili. Quasi di certo queste API non sono pubblicamente documentate (per evitare che siano sviluppate app non ufficiali) e probabilmente sono pure protette con vari meccanismi per tentare di impedire un accesso da un app non ufficiale. In definitiva, sviluppare un app nativa é relativamente semplice se il sistema remoto con cui ci si vuole collegare é collaborativo e fornisce documentazione. Diversamente é possibile solo ricorrere al "trucco" della vista tramite browser. In ogni caso fare un app "nativa" é un processo che richiede anche qualche settimana di lavoro (fidati, lo faccio di mestiere!), quindi difficilmente qualcuno svilupperá un app nativa se non é opportunamente retribuito. Caso diverso quello in cui si istanzi il webviewer per puntare ad un url tramite configurazione di un manifest: é un metodo che richiede pochissimo tempo, e si potrebbe semplificare tutto l'iter di creazione creando un wizard online per automatizzare la creazione delle web app come da pagina ufficiale di bananahacker. Anzi, se ai ragazzi piacesse l'idea, ci potrei lavorare volentieri nel tempo libero... PS: per una questione di correttezza, citando Ivan ci tengo a precisare che un app del genere non dovrebbe necessariamente essere open source: il codice javascript, per quanto non compilato e quindi sempre soggetto a essere analizzato nel sorgente, puó comunque essere reso totalmente incomprensibile al punto da rendere la lettura / reverse enginering impossibile. Qui si tratta piú di lavorare gratis, che di lavorare per un progetto che abbia la filosofia dell'open source (open source significa che il sorgente é liberamente consultabile e modificabile, non che il lavoro che é stato svolto sia stato fatto per volontariato).
  2. Seriamente... il massimo del rispetto per Ivan e tutti gli altri hacker (nel senso buono!) che dedicano il loro tempo libero, le loro competenze ed il loro cuore in un progetto in cui credono. La veritá é che sono tutto sommato d'accordo con ALE: non come mancanza di rispetto nei confronti dei ragazzi del forum e di bananahacker, come forma di protesta nei confronti di Nokia. L'8110 é un progetto palesemente lasciato a metá dalla stessa azienda che lo ha creato. Io che sono costretto alla v.13 per gli stessi motivi di ALE ci vedo un sacco di problemi: tasti senza logica antirimbalzi che vengono rilevati come premuti enne volte quando in realtá lo premi solo una, sincronizzazione che scarica i contatti da gmail ma non li risincronizza, whatsapp che anche messo tramite l'ottimo omnisd manca della funzione web (per me indispensabile). Insomma, un telefono che ho ancora da decidermi se fa troppo (e male) o troppo poco (e comunque male). Visti i limiti (quasi tutti legati al software o correggibili via software), direi che é un telefono sicuramente peggiore di un qualunque avanzo di magazzino di 10 anni fa. Se ci fosse volonta di sistemare per bene il software, sarebbe il telefono perfetto per chi cerca qualcosa di meno impegnativo di un qualunque android / ios. Voglio previsare che personalmente ho svariati telefoni nel cassetto, ma stavo cercando qualcosa che fosse cosi elementare da funzionare per le 2 cose che a me servono veramente: telefono e whatsapp (web). Il resto, durante le ore di lavoro, per me sono solo inutili distrazioni fastidiose. Purtroppo questo telefono mi ha fortemente deluso, e mi vedo costretto a ritirar fuori il mio fido motorola con Android, disabilitando tutte le notifiche... esattamente come suggerito da ALE.
  3. Buonasera ragazzi, allora, oggi ho avuto un paio d`ore libere per fare delle prove. A me questo telefono inizia a rimanere antipatico. Personalmente non riesco nemmeno ad usare omnisd: l'installazione è semplice, ma il telefono sembra non rilevare l'sd una volta inserita (testata sd con pc e altro smartphone e funziona perfettamente). Per quanto riguarda le partizioni interne, non ho avuto ancora modo di metterci le mani. Premetto che non conosco il funzionamento di questi attrezzi, ma per esperienza con il mio lavoro, dovessi progettare il sistema di update e volessi essere certo di rilasciare gli update solo a chi voglio, non invierei nessuna variante del modello nella richiesta al server. Sarei molto più cattivo. Conoscendo la lista dei cellulari prodotti ed i relativi id, farei in modo che ogni richiesta alleghi l' id del singolo telefono (immagino che qualche id sia in qualche memoria ROM...). Se quell' id non è in whitelist, non farei scaricare nulla. Questa è solo una supposizione data dal lavoro che faccio, ma è totalmente realizzabile, semplice da implementare e molto sicura. E nel caso non ci sarebbero molti modi di aggirarla salvo intercettare la richiesta e modificarla (piu facile a dirsi che a farsi). Sarei curioso di intercettare il traffico di rete con wireshark e vedere che richiesta viene fatta al server nokia e cosa lui risponde. Ovviamente se la richiesta fosse, come è probabile, su https si intercetterebbe proprio poco salvo dedicare più tempo al tentativo di intercettare il traffico che a rimettere in vendita il device e ricomprarlo da mercato IT. In ogni caso andrebbero fatte delle prove per supportare questa tesi... Bah... per ora direi di aver speso male 60 euro...
  4. I miei complimenti doppiamente, allora! Credevo lavorassi nel settore pure tu, viste certe guide. Comandi sistemistici come "dd" non sono proprio cosi di uso comune, fuori da certi settori! Nel w.e. do un'occhiata al materiale presente sulle varie risorse e cerco di capire in che modo posso essere di aiuto. Partire adesso non é facile, c'é tantissimo materiale e studiarlo tutto senza una base di partenza richiede del tempo...
  5. Adesso ho capito, grazie Ivan! Sto giá seguento in lettura il topic sul forum di bananahackers. Dal mio canto posso dirti che, se posso essere di aiuto, ben volentieri: di lavoro faccio il programmatore informatico, quindi la materia non mi spaventa.
  6. Personalmente non mi interessa la v.16 per chissa quale motivo, solo per avere whatsapp. Sostituendo il firmware originale con GerdaOS di fatto avrei risolto il problema, no? (Oltre ad avere molto altro... complimenti ragazzi!!)
  7. Premendo *#0000# il telefono da come info: Nokia 8110 4G 13.00.17.01 18-10-26 TA-1048 (c)Nokia Variant:23ARG10ROW1/DS Quasi sicuramente il telefono non é "italiano", Amazon lo ha spedito dal Regno Unito. Pensavo che gli aggiornamenti fossero scaricati in base alla lingua / paese di uso, non in base al paese di vendita... Che debba aggiornare a mano seguendo le guide?
  8. Salve a tutti, ho un telefono nuovo, appena arrivato da Amazon. Appena acceso ha riconosciuto l'aggiornamento dalla v.11 alla v.13, ma della v.16 ancora nemmeno l'ombra. E non ho modificato in alcun modo il telefono. E'normale che l'aggiornamento sia rilasciato con cosi tanto ritardo tra un device e l'altro?
×
×
  • Create New...