Black Friday: il 30% degli italiani acquista di impulso e compra articoli di cui si pente

Dispositivi Nokia svelati a IFA 2019

Dispositivi Nokia svelati a IFA 2019

HMD Global ci propone i risultati di una ricerca sulle abitudini di acquisto degli italiani in uno dei giorni dell’anno più importanti per lo shopping, il Black Friday. La ricerca evidenzia come nel nostro Paese esista una tendenza all’acquisto di impulso, spesso per articoli di cui nel giro di poco tempo ci si pente. Il consiglio è dunque quello di cambiare approccio e dedicarsi allo shopping in modo più responsabile e consapevole.

Se il 10 percento degli italiani dichiara di non aver mai effettuato acquisti durante il Black Friday, un terzo dei nostri connazionali lo fa abitualmente. A sorpresa la stessa percentuale degli intervistati (il 30%) afferma di agire molto spesso di impulso, acquistando articoli di cui, il più delle volte, non ha bisogno, con evidenti conseguenze negative su tasche e umore.

Nonostante questo dato, la stragrande maggioranza degli italiani (il 68%) ha in programma di comperare regali di Natale in occasione del Black Friday, con una previsione di spesa che, per i più, spazia da 120 euro a 300 euro (48%). Si tratta di una tradizione sempre più diffusa in Italia, con i consumatori nostrani che aspettano questa giornata per andare a caccia di offerte speciali, capaci di gratificare sul momento ma che spesso, non nel lungo periodo, deludono.

Alberto Colombo, General Manager di HMD Global Italia, consiglia di studiare bene le offerte, valutare con attenzione garanzie e ciclo di vita dei prodotti. Ad esempio, se si è in cerca di un nuovo smartphone, sarebbe opportuno prendere in considerazione la garanzia di ricevere aggiornamenti di sicurezza e del sistema operativo, così come la qualità dei materiali, perchè molto spesso il solo aspetto monetario non è sufficiente a garantire il vero affare.

Man mano che il focus sulla sostenibilità acquisisce sempre più importanza, cresce la richiesta da parte dei consumatori dell’abbandono di un modello che preveda la commercializzazione di prodotti “usa e getta”, in particolare di quelli che usiamo quotidianamente, come gli smartphone.

Lo studio evidenzia come siano molti gli italiani a notare che il proprio smartphone smetta di funzionare al meglio (48%) prima della scadenza del contratto con l’operatore, con problemi che spaziano dalla minor durata della batteria (53%) a un notevole calo delle prestazioni nel tempo (38%). È quindi importante puntare su qualità, affidabilità e sicurezza nel lungo periodo.

In virtù di quanto detto, non sorprende come la stragrande maggioranza dei nostri connazionali (94%) vorrebbe che il proprio telefono avesse un ciclo di vita più lungo. Per avere uno smartphone a condizioni favorevoli vengono infatti sottoscritti contratti di lunga durata, ma se il telefono comincia a dare problemi quando il vincolo è ancora in essere, il gioco non vale la candela.

In tal senso è importante notare come quasi la metà degli intervistati (48%) sarebbe disposta a spendere da 300 a 450 euro (più del budget medio per Black Friday e Cyber Monday), per un telefono che garantisca loro tre anni di patch di sicurezza, e la garanzia di beneficiare di aggiornamenti software con tutte le ultime innovazioni.

Gli smartphone Nokia Android vanno incontro a questa nuova tendenza grazie ai tre anni di patch di sicurezza e due anni di aggiornamenti software garantiti. Chi compra uno smartphone Nokia oggi, dunque, acquista in modo responsabile e per i prossimi due Black Friday può essere sicuro di avere un dispositivo sempre performante.



4 Commenti

  1. ☏ fla76
    • ☏ Fabio
  2. ☏ Luigi
    • Alessio (oissela)

Aggiungi un commento

Leggi e commenta tutti gli articoli dallaNokioteca App per Android
+