Android 8.0 Oreo: principali novità, info e curiosità

Android O

Android O

A poche settimane dal rilascio di Android 8.0 Oreo per il Nokia 8, con questo articolo desideriamo fornirvi una panoramica delle sue principali novità e qualche curiosità che pensiamo possa esservi utile.

Anzitutto ricordiamo che questo ennesimo major update di Android sarà disponibile per tutti i dispositivi Nokia Android finora commercializzati da HMD Global, compreso il Nokia 2 che da domani, 19 gennaio, sarà disponibile all’acquisto presso Amazon Italia al costo di 119,99 Euro (il dispositivo dispone di solo 1 GB di RAM e di appena 8 GB di ROM e, come vi abbiamo riportato in questo articolo, passerà direttamente ad Android 8.1).

Desideriamo inoltre sottolineare che HMD Global è uno dei primi produttori di smartphone a rilasciare questo aggiornamento sui propri dispositivi grazie all’adozione di Android in versione “Pura”, una scelta criticata da alcuni ma che noi di Nokioteca approviamo in toto non solo perchè permette di avere smartphone senza inutili applicazioni e modifiche all’interfaccia ma anche e soprattutto per la possibilità di ricevere le patch di sicurezza di Google in tempi molto brevi (e in alcuni casi anche prima dei dispositivi Pixel e Nexus di Google).

Novità di Android 8.0 Oreo

Impostazioni. Completo rinnovamento della grafica con raggruppamento delle varie voci all’interno di macro-sezioni contrassegnate da icone. Con questa modifica tutto risulta più ordinato e intuitivo: le varie opzioni sono più facilmente individuabili grazie anche al campo di ricerca per parola chiave che sembra più efficiente rispetto a quello di Android 7 (gli utenti che provengono da un dispositivo Windows 10 Mobile troveranno qualche similitudine con le Impostazioni dell’OS di Microsoft).

Oltre al restyling grafico, Google ha ben pensato di migliorare e rinnovare anche le sezioni “Batteria” e “Spazio di Archiviazione“, e ha creato la sezione “Dispositivi Collegati” per raggruppare tutte le opzioni relative al Bluetooth, NFC, Stampa, Android Beam, Trasmetti e alle connessioni tramite USB. Inoltre, all’interno della sezione Display è stata aggiunta la voce Luminosità Notturna che permette di pianificarne l’attivazione automatica e di regolarne l’intensità (questa opzione serve ad attenuare la luminosità del display per godere di una lettura più confortevole in ambienti bui o poco illuminati).

Compilazione automatica password e Cambio forma icona. Sempre dalle Impostazioni è possibile attivare la nuova funzione Password Autofill (compilazione automatica password) che permette ad alcuni servizi per lo storage su cloud di username e password di compilare i form per il login dalle applicazioni al posto dell’utente. Per attivare questa funzione occorre andare in Impostazioni, Sistema, Lingue e immissione, Avanzate, Servizio di compilazione automatica e selezionare il servizio dedicato precedentemente installato sul dispositivo.

La funzione “Cambio forma icona” permette invece di scegliere lo stile delle icone. Come potete vedere nell’ultimo screenshot della galleria qui sotto è possibile scegliere tra “cerchio” (impostazione predefinita), “quadrato”, “quadrato smussato”, “miscela quadrato smussato e cerchio” e “cilindro”. Per poter effettuare questa personalizzazione basta effettuare un tap prolungato su un punto vuoto della Home e poi scegliere Impostazioni, Cambia forma icona.

Centro notifiche e Notifiche. Anche quest’area del sistema è stata rinnovata: i collegamenti per l’accesso alle Impostazioni di sistema e al cambio utente sono stati spostati in basso, la voce “modifica” è stata sostituita dall’iconcina che rappresenta una matita ed eventuali sveglie attive vengono ora visualizzate nella parte inferiore di sinistra della schermata del Centro Notifiche.

Inoltre, le notifiche ricevute possono essere facilmente posticipate toccando l’icona a forma di orologio che appare ogni volta che si effettua uno swipe laterale su ogni notifica, mentre le possibilità di personalizzazione delle notifiche sono state sensibilmente aumentate per consentire all’utente, ad esempio, di categorizzarle, raggrupparle e assegnare loro una priorità.

Notifiche dots (indicatori di notifica). Con Android 8.0 Oreo le notifiche badge sulle icone delle app (per intenderci quelle con il pallino e il numerino all’interno) sono state sostituite dalle notitiche dots, ovvero dei piccoli pallini colorati. Si attivano\disattivano globalmente da Impostazioni, App e notifiche, Notifiche ma l’utente può scegliere di attivarle\disattivarle per ogni singola app.

Come potete vedere negli screenshot a seguire, con un tap prolungato su una icona si otterranno maggiori dettagli sulle notifiche ricevute (se presenti e segnalate con una notifica dot) ma anche ulteriori opzioni avanzate (se supportate) come ad esempio l’accesso diretto ai widget correlati e a determinate funzioni.

Picture in Picture. Questa è una delle novità di Android 8.0 Oreo più attese ma al momento può essere sfruttata solo da una manciata di applicazioni. Gli sviluppatori, infatti, devono renderle compatibili affinché possano apparire nell’elenco di quelle supportate e attivabili in Impostazioni, App e Notifiche, Accesso speciale alle app, Picture in Picture, e quelle che attualmente offrono il supporto a tale funzione sono ancora molto poche o limitate (ad esempio, Facebook e WhatsApp sono compatibili ma solo per la visione dei video, non per i feed e le chat).

Come potete vedere negli screnshot qui sotto, il PiP permette di visualizzare un’applicazione secondaria all’interno di una piccola finestrella nella home o sopra un’applicazione aperta, proprio come avviene nelle TV e nei monitor per PC più moderni. In Android 8.0 Oreo la finestrella può essere spostata solo ai lati del display e al momento le app di Google compatibili sono: Chrome (solo in riproduzione di video), Duo, Google Play Film, Maps e Youtube.

Nota: il PiP di Youtube è disponibile solo per gli utenti di quei Paesi dove è possibile sottoscrivere un abbonamento a Youtube Red, e l’Italia non è tra questi. Per Google Maps, invece, il PiP può essere sfruttato solo dopo aver avviato un itinerario.

Emoji. Le emoticons che possono essere aggiunte nelle chat e in qualsiasi textarea attraverso la tastiera di sistema sono state anch’esse riviste e rimodernate per uniformarsi ai nuovi standard Unicode: come potete vedere negli screenshot a seguire ora sono molto simili a quelle di WhatsApp.

Oltre alle suddette novità, Android 8.0 Oreo ha portato anche:

  • ottimizzazione del multitasking per ridurre sensibilmente i consumi energetici delle app in background
  • avvio del sistema più rapido
  • implementazione del Google Play Protect per garantire una più alta protezione del dispositivo e dei dati in esso contenuti dagli attacchi di app malevoli
  • aggiunta la possibilità di mostrare la percentuale della batteria accanto all’iconcina dedicata (si attiva da Impostazioni, Batteria)
  • i numeri di telefono e gli indirizzi diventano interattivi: con un tap su di essi si aprirà subito l’app Telefono e l’app Google Maps
  • centinaia di correzioni, migliorie e ottimizzazioni sotto il cofano per renderlo ancora più efficiente e sicuro

Per ulteriori dettagli su Android 8.0 Oreo e per l’elenco completo delle novità recatevi a questo indirizzo.

Scopri le offerte

6 Commenti

  1. ☏ Massimo Nokia 6 - Ex Nokia Lumia 735
  2. ☏ alex930
  3. ☏ Hc
  4. ☏ Max@68
  5. Docpc
  6. ☏ Rox

Aggiungi un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Leggi e commenta gli articoli di Nokioteca dalla nuovaApp per Android
+