La Commissione Europea approva la fusione tra WIND e 3 Italia

Wind e 3 Italia

Wind e 3 Italia

Come ricorderete, un anno fa Wind e 3 Italia annunciarono l’accordo di fusione in una “joint venture paritetica” per la gestione delle rispettive attività di telecomunicazioni in Italia. Oggi, a distanza di 12 mesi, quell’accordo è stato approvato dalla Commissione Europea, di fatto dando il via ufficiale alla creazione di un “nuovo” gestore telefonico che opererà nel nostro Paese.

Nota: al momento il nome del nuovo operatore unico non è noto, e le due società, Wind e 3 Italia, rimangono separate com’è avvenuto fino ad ora. Il completamento dell’operazione di fusione, soggetto all’approvazione degli organi regolamentari nazionali, dovrebbe realizzarsi entro il quarto trimestre del 2016.

L’annuncio dell’approvazione da parte della UE è stato dato attraverso questo comunicato stampa congiunto in cui vengono evidenziati i benefici per le due società interessate e per i consumatori. L’integrazione di WIND e 3 Italia, si legge nel comunicato, “creerà un nuovo e più forte operatore, con oltre 31 milioni di clienti nel mobile e 2,8 milioni nel fisso (di cui 2,5 milioni broadband), capace di soddisfare i rapidi cambiamenti di mercato, come la crescente domanda di dati e di servizi digitali, e di aumentare la competitività del settore”.

La nuova joint venture porterà “servizi di telecomunicazioni innovativi e di qualità, con maggiore affidabilità, velocità e copertura di rete” grazie a nuovi investimenti che verranno stanziati per l’ammodernamento delle infrastrutture di rete e alle nuove direttive dell’Agenda Digitale varata dal Governo italiano che prevedono di portare 100 Mbps all’85% della popolazione entro il 2020.

Commentando l’approvazione da parte della Commissione Europea, Canning Fok, CK Hutchison Group Co-Managing Director, ha dichiarato: “Oggi è un grande giorno per il mercato e per i consumatori italiani. Questa joint venture sbloccherà investimenti significativi nell’infrastruttura digitale italiana e darà vita ad un’azienda con dimensioni e forza per fornire servizi di telecomunicazioni innovativi e di qualità, con maggiore affidabilità, velocità e copertura di rete. La joint venture garantirà al mercato italiano delle telecomunicazioni, quarto per dimensioni in Europa, una posizione di leadership nell’economia digitale globale”.

Per Jean-Yves Charlier, Chief Executive Officer (CEO) di VimpelCom: “Il merger creerà un operatore mobile leader in Italia, finanziariamente solido, che beneficerà delle importanti sinergie derivanti dalla fusione tra il terzo e il quarto operatore. La joint venture potrà contare anche su un livello di debito più sano e sarà in grado di ottenere una significativa riduzione della leva finanziaria nel medio termine. Una volta completata l’operazione, la nuova realtà non solo sarà positiva per i clienti e per l’economia italiana, ma porterà valore anche ai nostri azionisti nel lungo termine”.

Grazie a Dario per la segnalazione.

Scopri le offerte

6 Commenti

  1. lauretta34
  2. thugbear
  3. fake
    • thugbear
      • igorosky
        • igorosky

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi e commenta gli articoli di Nokioteca dalla nuovaApp per Android
+