Nokia mostra al SID 2014 il prototipo di due display che si piegano come un libro (video)

Display pieghevole

Display pieghevole

La realizzazione di display flessibili rappresenta un’altra importante e non semplice sfida per le più grandi aziende produttrici di dispositivi mobili, assieme a quella legata al risparmio energetico di cui vi abbiamo parlato in questo articolo. Negli ultimi anni abbiamo visto diversi prototipi dotati di questa nuova tecnologia, tutti però ancora ben lontani da poter essere trasformati in prodotti da immettere sul mercato a causa di limiti che ancora la scienza non è in grado di superare.

Tra i pionieri di questa nuova frontiera che affascina e ammalia tutti noi c’è anche Nokia che già nel lontano 2011, nel corso del Nokia World, aveva mostrato il Nokia Kinetic, un originale smartphone costruito con materiali flessibili (display incluso) capace di rispondere agli input dell’utente con una semplice torsione (vedi qui).

Dopo anni di silenzio Nokia torna a mostrare i risultati delle ricerche e degli studi condotti dai propri ingegneri, in collaborazione con alcuni partner, nel campo dei display flessibili. Il palcoscenico è quello del SID 2014, conferenza accademica sulle “Display Technologies” che si è tenuta a San Diego dal 1 al 6 giugno, dove, assieme alla società Semiconductor Energy Laboratory (SEL), ha fatto vedere due tipi di display capaci di piegarsi senza alcun problema mentre riproducono un video.

Il primo prototipo è dotato di un pannello OLED che può essere piegato in due come un libro mentre il secondo è costituito da un display piegabile in tre parti. Entrambi, quando sono completamente aperti, hanno una diagonale da 5.9 pollici con una risoluzione da 1280 x 720 pixel e 249ppi, e sono stati realizzati utilizzando una struttura denominata “WTC” che combina la tecnologia “light-emitting OLEDs” con filtri di colore inclusi in uno strato di vetro sottilissimo e estremamente flessibile.

Questi due display, si è detto al SID 2014, possono essere piegati più di 100.000 volte senza subire conseguenze e quello pieghevole come un libro può raggiungere un raggio di curvatura fino a 2 millimetri (e fino a 4 millimetri per il display “triplice”).

Il video che vi proponiamo qui sotto mostra il display che si piega in tre parti, e come potrete intuire la strada per includere questa tecnologia negli smartphone o nei dispositivi indossabili è ancora lunga perché fino a quando non si troverà il modo di rendere flessibili anche le altre componenti hardware (schede madri, processori, batterie…) tutto questo rimarrà solo una chimera.


Scopri le offerte

6 Commenti

  1. IL CONDOTTIERO
  2. fortkan
    • Riccardo33
      • Riccardo33
  3. Deca2
    • save Symbian

Aggiungi un commento

Leggi e commenta gli articoli di Nokioteca dalla nuovaApp per Android
+