Nokia X vs Lumia di fascia bassa, chi la spunterà nel florido mercato dei device low cost?

Nokia X Series

Nokia X Series

Con la nuova campagna pubblicitaria di cui vi abbiamo parlato in questo articolo, sembra che il reparto marketing di Nokia abbia deciso di dare un’accelerata repentina alla promozione dei Lumia 1520 e 1020, e non è difficile constatare come ciò accada a pochi giorni di distanza dalla presentazione dei nuovi device Nokia X.

Questo ci porta a pensare che ci sia un doppio filo che con un rapporto stretto di causa-effetto potrebbe legare i nuovi smartphone low costo basati su Android con i top di gamma della famiglia di device Lumia. A tal proposito poniamo alla vostra attenzione un paio di riflessioni, seguite dalla più classica delle domande finali da un milione di dollari:

  1. Sono a rischio i successori diretti del Lumia 520?
    Dopo aver fatto breccia nell’utenza non troppo esigente, il rischio è d’inflazionare il brand Lumia, auto-relegandosi cronicamente (nell’ideale comune) ad alternativa migliore nella fascia di mercato medio-bassa. Dispositivi come il 520 sono stati indispensabili per farsi largo prepotentemente nel mercato dopo il passaggio di consegne non indolore di Windows Phone 7 al suo successore, ma adesso è il momento di passare allo “step” successivo. Le specifiche del prossimo modello base, secondo indiscrezioni, potrebbero segnare un distacco netto dal passato: sarà equipaggiato con 1 GB di RAM e risulterà improbabile acquistarlo ad un prezzo inferiore i 150 Euro. Lumia diventerà sempre più sinonimo di qualità, spingendo molto sull’ottimizzazione software e senza porsi troppi limiti hardware che ne renderebbero lo sviluppo stagnante. Numericamente parlando potrebbe anche essere troncata la serie 5**: in tal caso il prossimo modello base dell’intera gamma potrebbe essere il Lumia 630.
  2. L’alba della gamma X è quindi una mossa atta (anche) in tal senso?
    Sì, serve a coprire degnamente una fascia di mercato altrimenti scoperta in un futuro prossimo: quella intermedia tra i prodotti Asha e la prossima generazione di Lumia con Windows Phone 8.1 di serie. Asha Platform non aveva intrinsecamente le potenzialità per proporre terminali di un certo livello, soprattutto per la quantità di applicazioni disponibili e questa era la strada più comoda e veloce. Dunque Nokia potrebbe aver deciso di infondere una piccola dose di “doping psicologico”: nell’immaginario dell’utenza d’ora in avanti, i Lumia saranno visti come la punta di diamante di una vasta offerta, non più come attori solitari in cerca di identità mentre i Nokia X andrebbero a ricoprire il vuoto della fascia bassa.

Ed eccoci al domandone finale: secondo voi, dopo l’ottimo riscontro sul mercato fatto registrare dai modelli Lumia entry-level Nokia dovrebbe puntare a rafforzare tale base di utenza oppure dovrebbe osare un po’ di più alzando l’asticella in modo da essere più competitivi anche nella fascia medio-alta del mercato? E secondo voi, qual è la logica di mercato che c’è dietro la nascita dei nuovi Nokia X?

Fatecelo sapere nei commenti! 😉

Scopri le offerte

8 Commenti

  1. NokiaUploader
    • Vito
      • palikao
  2. Gre
  3. metacorporeo
  4. Dr. Pianale
    • gwaedin
  5. ste

Aggiungi un commento

Leggi e commenta gli articoli di Nokioteca dalla nuovaApp per Android
+