Anssi Vanjoki: “non era necessario passare a Windows Phone”

Anssi Vanjoki

Anssi Vanjoki

Le scelte strategiche di una grande azienda, come ad esempio Nokia, spesso risultano discutibili a noi comuni ‘consumatori’. Questo perché non consideriamo, o forse è meglio dire non conosciamo, le innumerevoli variabili, le motivazioni e le conseguenze che portano il top manager di turno, a cui spetta sempre l’ultima parola, a scegliere una strategia piuttosto che un altra.

Solitamente quando, anche qui sul Nokioteca Blog, parliamo delle strategie del colosso finlandese ci si divide in due fazioni: chi approva e chi disapprova. E spesso si arriva a fare un confronto tra un prima e un dopo, tra le decisioni prese dalla vecchia dirigenza e quelle avanzate dalla nuova.

Come tutti ben sappiamo, la nuova dirigenza di Nokia è capitanata da Stephen Elop, il quale, con una manovra di sangue e lacrime, ha rotto molte relazioni e progetti (a suo dire per il bene dell’azienda) che erano stati concepiti dai precedenti top manager. Noi, stiamo aspettando impazientemente il Nokia World di quest anno, con la speranza che l’invito che ci è stato inoltrato ripagherà questi mesi di attesa.

Nella vecchia dirigenza, invece, rientrano due volti poco noti al pubblico (ma molto di più fra gli addetti ai lavori) quali Anssi Vanjioki e Olli Pekka Kallosvuvo. Proprio su quest’ultimo gravano molte accuse riguardo al declino di Nokia, tanto da esser stato allontanato dal Consiglio di Amministrazione di Nokia. Anssi Vanjoki, invece, in qualità di Vice Presidente e ancor più per la sua enorme esperienza nel settore mobile, veniva da più parti visto come il sicuro erede della dirigenza di Kallosvuvo, che avrebbe traghettato l’azienda ancor più verso l’imaging.

Oggi Anssi Vanjoki ha molto poco da condividere con Nokia. E il perchè lo ha spiegato egli stesso in una recente intervista rilasciata a mtv3.fi di cui di seguito vi riportiamo i punti più significativi:

– La cooperazione con Microsoft non era necessaria. Windows Phone è competitivo, ma non possiede nulla di quanto già ci sia sugl altri OS.

– Avrei scelto di sviluppare Symbian e MeeGo, invece di porre tutta le forze su Windows Phone.

– Il know how di Nokia, come software house, è di livello mondiale. Dunque si poteva rendere le piattaforme finlandesi molto competitive.

– Penso che il nuovo Nokia Tune sia strano.

Per certi versi il suo intervento appare quello di un populista, poichè dice cose che molti utenti Nokia condividono appieno, soprattutto in riferimento alle decisioni prese dal nuovo CEO Stephen Elop. Tuttavia, solo con il trascorrere del tempo scopriremo se aveva ragione…

Scopri le offerte

19 Commenti

  1. jocker1
    • Ivan Louis
      • andrea
    • Alessio (oissela)
      • jocker1
    • Adriano
      • tizio996
        • jocker1
  2. furbetto007
  3. Xeon
  4. cristian
  5. nevski
  6. arnaldo
    • niccolo830
    • jocker1
  7. denni1327
    • niccolo830
      • niccolo830
        • jocker1

Aggiungi un commento

Leggi e commenta gli articoli di Nokioteca dalla nuovaApp per Android
+