Meego può vivere anche senza Nokia!

MeeGo

MeeGo

Lasciare orfani una propria creatura è di sicuro un gesto ignobile. Tuttavia, la mancanza di un genitore non sempre ne preclude la crescita, lo sviluppo e l’evoluzione! Come avrete intuito mi riferisco all’abbandono di MeeGo da parte di Nokia, un progetto ambizioso della vecchia dirigenza concepito assieme ad Intel più di un anno fa, con lo scopo di creare una nuova e potente piattaforma software capace di contrastare l’agguerrita concorrenza di Android e iOS.

Ora che Nokia ha deciso di dedicarsi ad altro, Intel, secondo le più recenti indiscrezioni, sembra essere intenzionata ad andare avanti e a non mollare, e pare si stia muovendo in più direzioni per creare nuove partnership e alimentare la fiducia nei confronti di MeeGo. Infatti, se fino a poco tempo fa si riconcorrevano voci di un disimpegno anche da parte di Intel, le ultime indiscrezioni parlano di una probabile collaborazione al progetto MeeGo da parte della ormai lanciatissima Samsung, impensierita dalla recente acquisizione di Motorola da parte di Google che, inevitabilmente, metterà l’azienda coreana in secondo piano per l’utilizzo del sistema Android.

E’ bene precisare che, al momento queste sono solo indiscrezioni, ma se si dovessero rivelare fondate Samsung potrebbe optare per due diverse strategie:

  • integrare in qualche modo Bada (OS proprietario di Samsung) con MeeGo e le sue potenti Qt
  • sostituire Nokia e diventare un partner di peso del progetto MeeGo, assumendo così il ruolo di madre adottiva

Intanto che il fronte partnership è in discussione (almeno ufficialmente) è da segnalare e allo stesso tempo da applaudire lo sforzo di fiducia nei confronti di MeeGo da parte di Asus, che ha da poco iniziato le vendite anche in Italia dell’Asus EeePc X101 (grazie all’amico Sergio per la segnalazione), il primo personal computer ad essere commercializzato con MeeGo OS di serie.

L’hardware di questo interessante mini portatile, tra l’altro, comprende:

  • uno schermo da 10 pollici con una risoluzione di 1024X600 pixels
  • una memoria SSD di 8 Gb
  • ram DDR3 da 1Gb
  • processore Intel Atom N435 a 1.33Ghz

Il prezzo? E’ davvero niente male, si aggira intorno ai 175 Euro! E se non si vuole affrontare questa spesa (perché magari già si dispone di un netbook), è possibile scaricare gratuitamente il file immagine di MeeGo da questa pagina del sito ufficiale, in modo che lo si possa testare, valutare e magari decidere di sostituirlo a Windows!

Infine, alla rinnengante Nokia (che ha deciso di puntare su Windows Phone), il CEO di Intel Paul Otellini ha attribuito il proprio ritardo nel mercato degli smartphone (e non solo), quantificandolo in 6 mesi. Tuttavia, come dicevo all’inizio, questo non ha impedito al colosso dei microprocessori di proseguire lo sviluppo di MeeGo stringendo nuove collaborazioni con i fornitori di hardware di tutto il mondo, per ottimizzarlo e portarlo su Tablet e sui Sistemi di Infotainment Veicolari.
A tutto ciò si aggiunge l’annuncio di questa settimana che il primo smartphone con proocessore Intel Medfield su sistema operativo Android potrebbe vedere la luce già a gennaio. E per dimostrare che Intel fa sul serio, ha già mostrato al mondo i primi prototipi.

E pensare che il connubio Intel-Nokia-MeeGo avrebbe potuto far nascere un qualcosa di davvero dirompente nel mondo dell’Hi-Tech e della telefonia mobile! Peccato che sia stata solo un illusione e questo ci lascia molto amareggiati, soprattutto nei confronti di Nokia!

Scopri le offerte

23 Commenti

  1. Kramark
  2. tizio996
  3. mr.stiff
    • tizio996
      • mr.stiff
        • Shides
          • mr.stiff
  4. claudio
    • roby045
      • digable
  5. vitna
    • tizio996
      • illo
      • tizio996
    • digable
      • digable
  6. frk
    • Alessio (oissela)
    • digable
  7. dj U.G.
    • David es
  8. Mardox
  9. _thedoctor46_

Aggiungi un commento

Leggi e commenta gli articoli di Nokioteca dalla nuovaApp per Android
+