Elop: “Nokia non è in vendita… il brand OVI è stato un errore”

Stephen Elop

Stephen Elop

Questa mattina, come previsto, il CEO di Nokia Stephen Elop è intervenuto all’Open Mobile Summit, l’annuale manifestazione dedicata al mondo del Mobile Communication in cui i vertici delle più grandi aziende del settore si incontrano per discutere delle future strategie.

Alla fine del proprio intervento, di cui più sotto vi riportiamo alcuni passi, Elop ha risposto che “Nokia is not for sale” a chi gli chiedeva lumi sui rumor relativi a eventuali acquisizioni da parte di Microsoft e Samsung che da qualche giorno circolano in rete.

Dunque, Nokia non è in vendita e ogni voce che sostiene che ci siano trattative in corso tra la casa finlandese e le suddette aziende risultano essere infondate (“They are just that. Rumours. They are completely groundless“.)

Inoltre, secondo Elop “the OVI brand was a mistake“, ovvero la creazione del brand OVI è stato un errore della vecchia dirigenza perchè, com’è già stato spiegato, il nome OVI non identifica in modo efficace la proprietarietà di Nokia dei suoi servizi (Mappe, Email, Store, ecc..). E per questo, a partire dal mese di Luglio, il brand OVI sarà cancellato.

Nell’intervento all’Open Mobile Summit, Stephen Elop ha ribadito per l’ennesima volta i punti più importanti della propria strategia, quella che dovrebbe (si spera) far risollevare Nokia da questo ormai lungo e difficile momento che sta passando. Ma prima ha espresso anche alcune considerazioni relative a Symbian e MeeGo.

• Symbian è il sistema operativo per dispositivi mobili più diffuso al mondo. E’ stato un ottima piattaforma per molti anni ma ora non lo è più. MeeGo è stato scartato dalla possibilità di sostituire Symbian perchè non avrebbe garantito la realizzazione di device a basso costo in tempi rapidi, aspetto fondamentale per penetrare soprattutto i mercati emergenti.

Symbian is the world’s most widely distributed operating platform, he says. “It has served us well for many years but we recognised that was challenged.” Meanwhile, “The challenge we face with Meego is that…we have to cover a lot of price points from developed to emergeing markets and we did not think Meego could get there fast enough.”

• Nokia rafforzerà i propri rapporti di collaborazione con gli operatori di telefonia consentendo loro, ad esempio, di ottenere una fetta degli introiti provenienti dagli acquisti delle applicazioni sul Nokia (Ovi) Store tramite l’addebito sul conto telefonico. Sia Google che Apple non hanno buoni rapporti con i gestori e questo potrebbe avvantaggiare Nokia, anche nel supporto e nella commercializzazione dei propri device.

• Nokia will curry favor with mobile phone carriers that don’t always get along with Apple and Google. “Apple has a certain relationship with operators,” Elop said, drawing laughs from the audience. “Google is feared by many operators because of the economic power and the way the money flows. Our commitment is to be more friendly than any of the others,” for example by supporting operator billing under which the phone network companies get a slice of the revenue from app purchases.

• I cellulari dovranno essere migliori e dovranno andare incontro alle esigenze della clientela. Nokia non è seconda a nessuno nel settore dei CameraPhones, grazie alla propria tecnologia e alle ottiche utilizzate nei sensori fotografici e tutto ciò sarà presente sui futuri device con Windows Phone OS.

• The phones have to be good. “We must delight the consumers. We must be second to none,” Elop said. With photography, optics, haptics, location-based services, and other technology, “We have the assets to make that possible, as does Microsoft…You will see waves of families of [Nokia] devices that take advantage of Windows Phone.”

• Nokia porterà a termine il proprio progetto di realizzazione del nuovo ecosistema per conquistare fette di mercato dove il proprio brand è attualmente debole. In specifici mercati saranno introdotti cellulari Dual-SIM a basso costo, come ad esempio il Nokia X1-01 che dispone di un potente altoparlante, il cui prezzo di vendita sarà di soli 35 Euro.

• “We have to complete the ecosystem,” he said, reaching markets that require special changes. That includes localization to support many languages and specific hardware needed for specific markets such as dual-SIM phones that can connect to multiple carriers’ markets. Another phone costing just 35 euros comes with a very powerful speaker, and it sells well in India and China where people want their music to be heard in crowded markets.

• Nokia attirerà a sè gli sviluppatori provenienti dai Paesi in via di sviluppo come il Brasile, la Cina e la Russia. “Abbiamo molte cose da fare in nord Ameria, ma ce n’è ancora di più altrove”, ha detto Elop. Windows Phone è ora la terza piattaforma più supportata dagli sviluppatori, dopo iOS e Android, “The momentum is building”.

• Nokia will attract developers. It has 60 million active programmers today, many in growing markets such as Brazil, China, and Russia. “We have work to do in North Ameria, but there’s a much larger world out there,” he said. Windows Phone 7 is now the third platform programmers support after iOS and Android, with 20,000 apps and counting. “The momentum is building,” he said.

“Windows Phone 7 is the third ecosystem,” Elop said–though he gets in trouble sometimes with Nokia marketing staff for that unflattering description. “I’m using the word ‘third.’ The marketing people say, ‘Don’t say that!’ Come on. That’s the reality.”

Scopri le offerte

18 Commenti

  1. Anonimo? Si abbastanza
  2. markolino_dj
    • THE STIG
      • dj U.G.
  3. Matteo
  4. jocker1
  5. kramark
  6. hayden
    • kramark
  7. Aventador
    • dj U.G.
  8. Adriano
  9. Sun
  10. Steci86
  11. lore-rock
  12. lore-rock
  13. lore-rock

Aggiungi un commento

Leggi e commenta gli articoli di Nokioteca dalla nuovaApp per Android
+