Nokia: addio Brand sui cellulari con OS Linux (Maemo)

“La personalizzazione degli operatori è al cuore della strategia di Nokia per la crescita dei telefoni cellulari”

Queste furono le parole del presidente e CEO di Nokia, Olli-Pekka Kallasvuo, al Mobile word Congress del 2005 tenutosi a Cannes in Francia. E così infatti è stato.

Ma con l’avvento dei terminali basati su software Linux (il Nokia N900 sarà il primo) tale strategia cambierà radicalmente nel senso opposto: un telefono, un unica versione software, NESSUNA personalizzazione da parte dell’operatore.

Con questa mossa Nokia intende tra le altre cosa abbassare i prezzi di produzione dei suoi terminali (ai quali ovviamente non dovremmo più pagare il software, visto che è Open Source). In effetti vedere “soli” 599€ per un terminale che a partire dalla confezione passando per il terminale e andando a finire al sistema operativo è più che completo fa un certo effetto. N95 a suo tempo, appena uscito sul mercato, costava la bellezza di 739€.

Ragion per cui ci viene spontaneo rinnovare i complimenti a Nokia!

Scopri le offerte

2 Commenti

  1. Tidus88
    • Shady 91'

Aggiungi un commento

Leggi e commenta gli articoli di Nokioteca dalla nuovaApp per Android
+