tmviet

Il CEO di Huawei torna sulla questione memorie P10: "è casuale"

1 messaggio in questa discussione

Nei giorni scorsi è emerso il caso "memorie" per la serie P10 con test che mostravano due tipologie di memoria diverse utilizzate nei nuovi smartphone del produttore Cinese. Una scelta che fanno moltissime aziende, sopratutto nel mondo PC e che nel settore smartphone ha come esempio più lampante i sensori fotografici diversi utilizzati da Samsung su S7 e S8. Nulla di problematico se le prestazioni sono praticamente identiche e le differenze minime. Discutibile invece se le opzioni utilizzate sono di due generazioni diverse.

Dopo la "smentita ufficiale recente"  è il CEO di Huawei a tornare sull'argomento ammettendo non solo che la questione memorie è reale, ma che la scelta è del tutto casuale e non c'è un criterio per stabilire se un P10 ha le memorie più rapide o "più lente".

In particolare le analisi recenti hanno dimostrato che vengono utilizzati moduli RAM LPDDR3 e LPDDR4 e soprattutto memorie interne eMMC 5.1 o UFS 2.0 / 2.1 che sono ovviamente molto più rapide delle eMMC.

Il caso iniziale ha portato alla luce anche benchmark incrociati con valori pari a 250 MB/s per le eMMC 5.1 e di ben 550 MB/s per le UFS 2.0 e addirittura 750 MB/s per le UFS 2.1. Richard Yu, CEO di Huawei, ha confermato che la motivazione è data dalla difficoltà di reperire un numero importante di memorie di ultima generazione per la produzione dei P10 e che comunque le prestazioni dei nuovi P10 sono ottime in ogni caso. Huawei sta comunque cercando di ovviare alla carenza di memorie al fine di offrire prestazioni e componenti top nel prossimo futuro su tutti i modelli P10. Di seguito le dichiarazioni:

“We are aware that there has been some recent online discussion in China regarding the flash memory in HUAWEI P10/P10 Plus.

Huawei employs the highest standards when selecting technologies and components for use in its products; we prioritize user experience, product quality and stability of supply. The HUAWEI P Series of smartphones is one of the company’s global flagship series and has become hugely popular worldwide, thanks to the excellent photography experience it provides. This popularity has led to enormous demand.

To meet global demand of millions of units, Huawei has employed the standard industry practice of sourcing solutions from multiple trusted suppliers to ensure a balance between user experience, quality and sustainable supply. Relying on a single component supply can lead to a shortage, meaning delays for consumers who wish to buy our new products. In the case of flash memory, in this instance, Huawei has chosen multiple simultaneous mainstream solution suppliers.

Huawei is and always has been, above all, committed to providing an extraordinary user experience. The performance of a single component can’t exactly reflect the overall system performance of a smartphone and these scores are not applicable in actual use scenarios.

Among all HUAWEI P10 marketing collateral, there has been no commitment to the use of only one specific flash memory. Different flash memory components are shipped randomly based on the supply at that time. There are no period batches or manual selection for chip batches, nor is there any discrimination or intention to defraud to consumers. Our approach is to measure the overall performance of our phones through software algorithms and chip tuning, rather than to focus on any single component.

In the HUAWEI P10/P10 Plus, we use multiple different suppliers for flash memory, which have been subject to strict and rigorous testing as part of our finished products, so as to ensure the excellence and consistency of user experience that we strive for. This has been reflected in the overwhelmingly positive worldwide response to the HUAWEI P10 since its launch, thanks to its beautiful design and the stunning artistic portrait photography experience it delivers.

Smartphone manufacturing is an industry with a very long supply chain. Huawei is committed to making the user experience the core factor in product design and innovations. We will continue to work closely with our partners to optimize the industry ecosystem and deliver even better products and experiences to consumers.”

Fonte: ilweb

 

 

Nel caso, spero di non esssere sfi..to .

id673734_1.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per commentare

E' necessario essere utenti registrati per aggiungere una risposta

Registrati

Crea il tuo account di accesso alla community, è semplice!


Form di Registrazione

Accedi

Hai già un account? Effettua l'accesso da qui.


Accedi Ora