Jump to content
Nokioteca Forum
fizby

Recensione Tablet CUBE I7 BOOK

Recommended Posts

Posto anche qui la mia recensione del tablet che ho preso ad ottobre, per chi fosse interessato ;)

Premessa – Perché comprare un tablet Cube i7?

Prima di passare alla recensione del tablet, è importante premettere il motivo di un acquisto del genere. Nel mio caso, sono un pendolare e da tempo mi sono sviscerato recensioni su questo genere di tablet “cinesi”, per farne un uso prevalente di riproduzione video, lettura riviste in pdf, fumetti, di cui sono appassionato, e qualche appunto al volo. Se quello che cercate è questo, magari con una certa espandibilità dal punto di vista di un portatile (tastiera, mouse), ma prediligendo la portabilità, e sacrificando un po’ la dimensione, allora il Cube i7 book potrebbe fare al caso vostro. Se guardate al prezzo, ormai ci sono dispositivi dal prezzo inferiore e dalle prestazioni, per certi versi, simili, ma questo, per un centinaio scarso di euro in più, offre un processore più potente, un SSD all’interno al posto delle più economiche eMmc, e un digitalizzatore attivo Wacom, che permette di usarlo con una penna di tipo EMR.
 

Per quanto riguarda l’acquisto in sé, l’ho effettuato attraverso il sito Gearbest.com, che ormai offre una certa affidabilità e, soprattutto, offre un servizio di spedizione “Priority Line – Italy Express”, comprensivo delle spese doganali. A conti fatti, il costo del tablet è di circa 270 euro, a cui, personalmente, per una maggiore sicurezza, ho aggiunto circa sei euro di assicurazione.
 

La spedizione, considerato che parte da Shenzen, è abbastanza veloce. L’ordine è stato effettuato il 9 ottobre, ed il 17 ottobre era arrivato, e partito, da Londra. Dopo una settimana di “L’informazione sulla spedizione è stata trasmessa all’Italia” sul servizio di tracking on line, venerdì 22 ottobre Bartolini ha spedito un sms di consegna pronta, ed il 24 ottobre il tablet era nelle mie mani, pronto per tutte le prove del caso. Tutto sommato, direi che sono delle tempistiche del tutto accettabili, e con un ottimo servizio di tracking fornito dal sito. L’unica cosa di cui si deve tenere conto in questo tipo di acquisti, è che la garanzia cinese è di un anno anziché i due della normativa europea, e, nel caso di guasti, si deve rispedire indietro il prodotto a proprie spese, ed attendere circa due mese tra spedizione, riparazione e ritorno del prodotto. Se per voi non è un problema, e ne siete consci, direi che la spesa vale assolutamente, rispetto a prodotti pari caratteristiche ma ben più costosi offerti sul nostro mercato.
 

Dopo l’impostazione iniziale (lingua italiana, il tablet arriva con la lingua cinese ed inglese preinstallate; aggiornamenti windows: il tablet è privo dell’aggiornamento Anniversary Update (AU), ed il dispositivo era già stato impostato con un account amministratore e un paio di scorciatoie coreane sul desktop, che spariscono dopo l’aggiornamento AU – potete anche procedere ad un ripristino completo, che dura circa un’oretta, e procedere da zero con il tablet “vergine” con il solo sistema operativo), il tablet è pronto per l’avvio! Tutte le impostazioni e gli aggiornamenti sono piuttosto rapidi, c’è qualche piccola difficoltà per impostare la lingua italiana ovunque (ad esempio sulla schermata di avvio), ma nulla di irrisolvibile tramite qualche passaggio in più (non scendo nei particolari, dal momento che sul web sono disponibili svariate guide per affrontare il tutto in modo assolutamente agevole).

 

UNBOXING
 

La confezione arriva con la seguente dotazione:

  • Caricabatteria 2.5A da 12 volt, con adattatore dalla presa inglese alla presa europea “mini” Shuko
  • Guida rapida in cinese e inglese
  • Protezione dello schermo pre-applicata
  • Scheda di controllo di qualità e garanzia (in cinese)
  • Cavo MicroUSB 3.0 a USB 3.0
  • Cube i7 Book

 

Unboxing Cube i7

 

CARATTERISTICHE

 

Per quanto riguarda le caratteristiche, il tablet è da 10,6 pollici con un processore Intel M3 di sesta generazione (Core M3-6Y30, un 2.2Ghz dual core con Intel Graphics 515, con una potenza della CPU non di molto superiore alla 2.0Ghz 5Y10 di vecchia generazione, ma il clock più elevato della GPU Skylake è decisamente superiore alla più vecchia Intel 5300), 4 GB di RAM (quattro banchi Samsung da 1 GB in esecuzione in doppio canale con clock a 1866MHz) e 64 GB SSD (di tipo M.2, dimensioni 22 millimetri x 42 millimetri, più lenta rispetto a soluzioni dalla capacità più ampia, ma molto più veloce rispetto alle unità eMMC presenti sui tablet con processore Atom.

 

C’è da dire che questo SSD è espandibile fino a 512GB, a patto di avere sufficienti competenze per smontarlo e sostituire l’ssd. Lo schermo è un Samsung 1920 x 1080 da 16: 9, IPS, ed è lo stesso schermo utilizzato nel Microsoft Surface Pro 2. Le dimensioni di ingombro sono di circa 27×17 cm, mentre l’area visibile è di 23,5×13,3 cm. Come dicevo, inoltre, il book è dotato di Wacom EMR, compatibile con decine di tradizionali penne per tablet pc. Si tratta di una tecnologia più vecchia rispetto a quella adottata recentemente da altri tablet, come il surface, che richiede penne attive di tipo ActiveES, alimentate a batteria e che restituiscono un’esperienza diversa. (Il giudizio sulle caratteristiche è diverso, alcuni preferiscono il tipo di tratto EMR, altri il recente ActiveES).

 

Sul lato sinistro del tablet sono presenti la presa per l’alimentazione, la micro Usb 3.0, un connettore type C, lo slot per una scheda micro sd (fino a 128gb), e la presa per le cuffie. Il connettore di typo C è “completo”, permette, con un adattatore, di sostituire l’uscita HDMI, e consente inoltre la carica del tablet, alternativamente all’alimentatore fornito. (Sul lato posteriore è presente una pellicola protettiva che non ho ancora rimosso, essendo il fondo in metallo, è sicuramente consigliato l’acquisto di una custodia protettiva se volete evitare qualsiasi graffio, e va benissimo quella presente sul sito Gearbest, che tra l’altro può fungere da base di appoggio posteriore inclinabile).

 

foto_connessioni

 

Sul lato superiore è presente il pulsante di accensione, e i pulsanti del volume. Sul lato inferiore è presente un adattatore pogo per l’aggancio alla tastiera e due fessure per renderlo stabile sulla stessa. C’è da dire che, visto l’uso che voglio farne per ora, non ho acquistato la tastiera, che costa dai 30 ai 40 euro, a seconda delle promozioni in corso. Se pensate di utilizzare il tablet anche come portatile “al volo”, direi che la tastiera è un acquisto da prendere assolutamente in considerazione.

Tenete conto che, in ogni caso, il tablet è compatibile con qualsiasi tastiera bluetooth, quindi se avete una Logitech, ad esempio, potete pensare di utilizzare quella. Inoltre la tastiera originale è di tipo inglese, quindi dovete tenere presente che c’è qualche piccola differenza sulla disposizione di alcuni tasti rispetto all’italiana, che non è disponibile. C’è da dire che, diversamente dal surface, il tablet non ha un piano inclinabile posteriormente, quindi non è possibile tenerlo in verticale senza eventuali supporti.

 

Nei dettagli della configurazione, rispetto al precedente Cube i7 stylus, il precedente processore M3-5Y10 è stato sostituito dal più veloce M3-6Y30.

 

La sensazione al tatto è di un prodotto ben costruito, con uno chassis in alluminio, che lo rende più pesante rispetto a soluzioni in policarbonato, ma gli dà un aspetto più “premium” che trovo piacevole. Il book è fanless, e ciò, per un certo verso, determina un certo riscaldamento del tablet nella parte posteriore sinistra, soprattutto in determinate condizioni (carica del tablet, giochi o applicazioni pesanti). Su internet sono presenti dei video di “modding” per utenti esperti, che permettono di modificare, e migliorare, la dissipazione. Ovviamente sono cose da gente esperta, se lo siete, potete pensare di farlo, anche se nell’uso quotidiano non trovo la cosa eccessivamente fastidiosa (ad esempio nell’utilizzo “da divano”, consultazione facebook, letture varie, ecc., il calore posteriore non è tale da dover staccare le mani, anche se certo si fa sentire).

 

Diversamente da molti altri tablet cinesi, che montano android, il book è privo di bloatware. Per quanto riguarda i driver, sono tutti preinstallati, alcuni vengono visualizzati con i caratteri cinesi. Non ho avuto difficoltà ad identificarli e cercare la versione aggiornata, anche se il tablet funziona perfettamente senza dover fare queste operazioni (nello specifico, ho aggiornato i driver intel per grafica e wireless, i realtek per l’audio, e i wacom per la penna). Purtroppo non è presente alcuna utility per aggiornarli tutti in modalità semi-automatica, ma essendo il tablet windows, basta essere un po’ avvezzi al sistema operativo, e si fa tutto senza particolari difficoltà.

 

Avevo già una scheda micro sd, una Sandisk Ultra classe 10, XC1, da 64Gb, è stata riconosciuta immediatamente senza alcun problema, ed è utilizzabile tranquillamente sia per lo storage che per l’installazione delle app, nel caso lo spazio su disco non fosse sufficiente, o fosse motivo di preoccupazione.

 

Nonostante il libretto di istruzioni dica di tenere premuto il pulsante per 3 secondi per accendere il tablet, nel mio caso ho visto che c’è da premere per qualche secondo in più. Niente di così grave, dal momento che poi l’accensione è nell’ordine di una decina di secondi circa al massimo, complice la velocità del ssd interno. Un collega quando ha visto quanto ci impiegava in accensione, mi ha chiesto se era in standby o era proprio spento, quindi direi che l’esperienza è positiva.

 

L’adattatore incluso è necessario per collegare i dispositivi USB alla porta USB 3.0. Nessun problema con le mie varie penne USB, con un disco WD da 2tb USB 3.0, che viene correttamente alimentato e visualizzato. Diciamo che tutta questa versatilità era il motivo per cui mi sono diretto verso un tablet windows.

 

Ovviamente il tablet è fornito di accelerometro, abbastanza reattivo nel passaggio da un verso all’altro.

 

Non ho acquistato la penna, venduta per circa 30 euro, e dotata di un pulsante laterale e una punta gommata. Ho preferito, per ora, una S-pen per Galaxy Note4, assolutamente compatibile e sufficiente alle operazioni base. Se intendete farne parecchio uso, il mio consiglio è di dirigervi verso una penna Wacom Bamboo, sicuramente di qualità più elevata, e, senza andare verso i modelli più costosi, ce ne sono alcune che costa giusto una decina di euro in più circa rispetto a quella del Cube.

 

Il display 1920 x 1080 è luminoso e nitido. Nell’uso interno, ho trovato assolutamente sufficiente la luminosità al 25%, e ne guadagna la batteria. Nell’uso esterno conserva una buona leggibilità, anche se non ai massimi sotto la luce diretta del sole, ma sono casi estremi. Il formato è di 16: 9, per certi versi trovo più comodo il formato 3:2, ma tutto sommato dopo alcuni giorni di utilizzo è solo una questione di abitudine.

Come anticipato, il book arriva con una pellicola trasparente pre-applicata, che non inficia la sensibilità dello schermo. Su internet trovate abbastanza agevolmente pellicole di ricambio, anche su Amazon, e, volendo, anche in vetro temperato, sullo stesso sito Gearbest. Visto il mio acquisto senza tastiera (che funziona anche da cover), direi che è indicato l’acquisto di una cover direttamente da Gearbest, ad una decina di euro, che, rovesciata, sopperisce all’assenza di un “cavalletto”.

Per quanto riguarda la sensibilità al tatto, avevo letto di problemi di precisione sui bordi dello schermo; in realtà, con l’aggiornamento AU e dei nuovi driver che vengono installati insieme all’aggiornamento, non ho trovato alcun problema, ho provato a passare il dito su tutto il bordo, e non ho trovato alcun punto in cui non venisse rilevato correttamente. Per puro scrupolo, ho aggiornato i driver Wacom, in attesa di provare la penna.

 

PROVE DI UTILIZZO

 

Prima di passare ai vari test, direi che, almeno per me, valgono più un po’ di parole che tanti numeri che spesso sono comprensibili solo ai più tecnici. Per le varie prove, oltre a programmi ed app, ho utilizzato la S-pen del Samsung Galaxy Note 4, un disco WD da 2Tb USB 3.0, delle cuffie intra-aurali RHA MA-750i.

 

foto_dispositivi_prova

WEB

Per quanto riguarda il normale utilizzo del tablet per navigazione internet, facebook, e analoghi (c.d. “cazzeggio” ;) ), il tablet si comporta alla grande: nessun problema per l’apertura di più schede Edge (o firefox), Facebook, qualche app di consultazione (es. hdblog, clipboard) in multitasking. Non ha mai avuto incertezze nell’apertura, praticamente immediata, né nella gestione dei vari programmi aperti.

PRODUTTIVITÀ

Ho quindi testato il tablet con la lettura di una rivista in PDF di circa 50Mb. Nessun problema per l’apertura (con Edge), nessuna incertezza nello scorrimento delle pagine, fluido e lineare, direi che la sensazione è ottima! La dimensione del tablet permette di leggere abbastanza agevolmente una rivista (normalmente in formato A4), solo per gli articoli nei riquadri più piccoli può essere necessario il pinch to zoom, per poi rimpicciolire per cambiare pagina, ma se non avete problemi di vista direi che anche questo non è necessario, ma solo più comodo. Ho poi aperto lo stesso file con l’app “Cover”, in realtà più indirizzata ai fumetti, ma perfetta per l’uso anche con le riviste. C’è giusto qualche incertezza in più nel caricamento di alcune pagine, ma credo sia dovuta al fatto che il programma è più indirizzato ai file Cbr che ai pdf, e tutto sommato l’esperienza è piacevole, dal momento che, rispetto allo scorrimento delle pagine in Edge, questo programma offre qualcosa di molto più simile alla rivista cartacea. L’app è invece perfetta per la riproduzione di fumetti in Cbr, l’ho testata con un fumetto di circa 100MB, e non ha avuto alcuna incertezza! Anche il formato 16:9 tutto sommato offre una buona esperienza, e, diversamente dalla rivista, qui non è assolutamente necessario il pinch to zoom. Per la riproduzione film, ho fatto girare un mkv da oltre 4Gb, e il programma predefinito di windows è andato alla grande, sia montando il film sul disco ssd, sia sulla scheda microsd. E’ un po’ penalizzato l’audio, gli altoparlanti sono sul lato destro, e non sono stereo, e offrono un audio di uscita piuttosto basso. D’altra parte, credo che sia assolutamente preferibile guardare un film utilizzando delle cuffie, e qui l’esperienza è ottima! Ho utilizzato per la prova delle cuffie intra aurali RHA MA-750i, dotate di microfono e comandi audio. I comandi, essendo specifici per iPhone, non funzionano (volume, pulsante centrale), ma il microfono risponde perfettamente. Ho quindi voluto provare la riproduzione youtube di filmati 4k, mettendo un po’ sotto sforzo sia la mia connessione (soprattutto la stabilità del wifi), sia il tablet stesso con questi filmati un po’ più pesanti: ho utilizzato l’app Tubecast con due video (UltraHD – Sony 4k Demo: Another World, e Ultra HD – Hisense 4k Demo: Uled TV). Entrambi i filmati sono stati riprodotti immediatamente (salvo i tempi di caricamento streaming), andando fluidi e senza alcun impuntamento.

Ho messo alla prova l’audio con un con un mp3 rippato personalmente a 192Kbps, e la resa è assolutamente eccellente, priva di qualsiasi fruscio, il suono esce nitido e pulito sulle mie cuffie.

Ho eseguito, quindi, delle prove per la velocità di trasferimento dei dati: da disco rigido usb 3.0 la velocità media di trasferimento è di circa 100 Mb/s (minimo 95, massimo 108), mentre dal disco alla scheda SD si assesta tra i 13 e i 14 Mb/s.

CONNETTIVITÀ

La connessione wifi (il tablet non è dotato di connettività telefonica), è di tipo AC, veloce e decisamente stabile nell’uso con il mio router Tp-link archer D7 (si tratta di un chipset Intel Wireless-AC 3165, che gestisce anche il bluetooth 4.1). Le antenne sono alloggiate in prossimità di una striscia di plastica sul lato superiore posteriore del tablet, che consente di non avere alcun problema di connessione che avrebbe comportato l’uso di uno chassis completamente in metallo. Anche il Bluetooth funziona bene e non ho notato alcun ritardo utilizzando un mouse bluetooth Logitech e, contemporaneamente, la connessione wifi). Ho voluto provare anche il trasferimento wireless ad altri dispositivi: molto semplicemente, con una pressione prolungata del dito sul file da trasferire (per chi non conoscesse i tablet, tale pressione simula il tasto destro del mouse) si apre tra le varie opzione una di “cast to”, una volta selezionata il tablet ha identificato piuttosto rapidamente il mio Panasonic viera GT30, ed ha trasmesso senza alcun problema lo stesso file mkv testato precedentemente.

 

Come già accennato, devo dire che non c’è alcuna incertezza nell’aprire diverse finestre di windows, lanciare più applicazioni, e, in generale, nel multi-tasking, molto rapido e fluido (non ho mai avuto problemi di lag durante il normale utilizzo). Durante l’esecuzione di più applicazioni contemporaneamente, anche particolarmente pesanti, il Core M3 non ha mostrato segni di stress. Anche se il sistema integrato Intel 515 non è una GPU da gioco, e non ho preso il tablet per usarlo con i giochi, ho testato Asphat 8, e devo dire che i tempi di caricamento sono eccellenti (impiega più tempo a connettersi all’account xbox che ad avviare il gioco), e non è presente alcun lag durante la corsa. Direi quindi che anche da questo punto di vista, se volete abbinare a mouse e tastiera per qualche gioco windows, magari non recentissimo, potete andare tranquilli.

DIGITALIZZATORE WACOM

Per quanto riguarda lo schermo Wacom, ho utilizzato la S-pen del Samsung Galaxy 4, e devo dire che l’esperienza è stata eccezionale! Non c’è stato alcun bisogno di configurazione, la penna è stata immediatamente riconosciuta dal tablet, mentre si può comunque procedere alla configurazione tramite l’applicazione specifica Wacom per variare la sensibilità, cambiare impostazione del tasto, ecc.. Ho provato il programmino di disegno disponibile sull’area ink di windows 10, che dà la possibilità di verificare la sensibilità alla pressione: eccellente, anche se non ho alcun programma che mi fornisca la possibilità di verificare i 1024 livelli di pressione, devo dire che il tratto che restituisce il programma alla diversa pressione della penna è perfettamente “compatibile” con la pressione che si dà alla penna sullo schermo, e non ci sono incertezze nella risposta. Devo dire che ho osservato che il riconoscimento del palmo non è proprio perfetto: se si appoggia il palmo con una maggiore incisività, rimangono dei tratti sullo schermo; tuttavia è sufficiente disabilitare dalle opzioni il touch quando è in uso la penna, e il problema non si presenta, anche se certo sarebbe più comodo un migliore “palm rejection”. Mi ha stupito piacevolmente la reattività della penna nell’utilizzo con word, si può andare parecchio veloci, e senza stare troppo attenti alla propria calligrafia (a patto di scrivere in un buon corsivo o maiuscolo, e non nello stile “ricetta medica”). Direi quindi che anche prendere appunti al volo è piuttosto agevole. Prova decisamente superata!

Devo fare un piccolo appunto con l’utilizzo delle applicazioni office on line. Differentemente dalla versione off line, nel caso, ad esempio, di Microsoft Word on line, ho notato che la tastiera virtuale del tablet va a coprire l’area visibile del testo immesso, e, per visualizzarlo, è necessario rovesciare il tablet in verticale, o eliminare la barra di word. Nessun problema invece con le applicazioni off line. In definitiva, penso che il tablet va benissimo così com’è per degli appunti o delle piccole modifiche “in movimento”, mentre per l’utilizzo massivo di prodotti office, è indicato l’utilizzo di una tastiera (la sua, o, come già detto, una bluetooth).

FOTOCAMERA

Da ultimo, perché non lo considero essenziale in un tablet, il test delle fotocamere. Per quanto riguarda la fotocamera posteriore, è da 5Mpx, e non è nulla di eccezionale: la velocità dell’otturatore e l’assenza di qualsiasi stabilizzazione impongono di usare il tablet per scattare tenendolo assolutamente immobile, soprattutto nelle foto di interno. Si può vedere la differenza nelle due foto che ho scattato, la prima tenendo in mano il tablet, la seconda appoggiandolo per scattare.

 

foto_interno_1

foto_interno_2

Lo stesso si può osservare anche nelle foto in esterna, se la visibilità non è ottima, la foto apparirà piuttosto sgranata.

foto_esterno_1

Insomma, meglio usare altro, ma lo do per scontato, trovo di una scomodità assoluta scattare una foto con un tablet, ma è ovviamente un giudizio del tutto personale. Nessun problema invece per la camera anteriore, testata con una chiamata Skype, effettuata al chiuso ma con una buona illuminazione.

 

DURATA DELLA BATTERIA

 

La durata della batteria non è tra le migliori, ma ovviamente c’è da aspettarselo, vista la presenza del Core M. Con lo schermo al 50%, in wifi, utilizzando il tablet per la navigazione internet aprendo più schede, visualizzando video, avviando qualche gioco, si arriva circa a 5 ore. Come detto, la luminosità è tale che anche impostandola al 25% avrete una buona esperienza d’uso, allungando la durata della batteria anche di un’oretta. I tempi di ricarica con l’alimentatore fornito viaggiano attorno alle 2-3 ore, a seconda che il tablet sia completamente scarico o meno, mentre utilizzando un alimentatore usb type C potete ridurre i tempi di ricarica, a patto di usare un buon alimentatore accreditato per tablet.

 

CALORE E THROTTLING

 

Come detto, in condizioni di utilizzo prolungato, si arriva a percepire un certo calore sul lato sinistro del tablet, che raggiunge i picchi durante la carica o il gioco intenso. Tuttavia non sono mai andato incontro al throttling termico. Come detto precedentemente, alcuni modder hanno inserito un pad termico di rame all’interno del tablet, riducendo fino a 25 gradi la temperatura e aumentando le prestazioni della GPU anche del 50%, ma personalmente non intendo avventurarmi in modifiche del genere, anche perché il tablet funziona perfettamente anche così.

 

TEST SPECIFICI

 

Per i vari test ho utilizzato i programmi, nella versione 64bit: HWiNFO64, GFXBench, TabletMark, 3dMark, Cinebench.

Di seguito le immagini dei vari test ed i dati che ne escono:

 

Immagine-10.png  HWiNFO64_1.png   HWiNFO64_2.png

 

HWiNFO64_3.png  HWiNFO64_4.png   HWiNFO64_5.png

Immagine-9.png  GFXBench_1.pngGFXBench_2.png

 

GFXBench_3.png

 

 

Per quanto riguarda il valore restituito da TabletMark, pari a 2310 punti, è molto vicino a quello di un Surface Pro 2 con intel core i5 (da 2342 a 2463 punti).

 

CONCLUSIONI

 

Direi che quello che esce, una volta effettuati tutti questi test (perdonate se non sono stato così approfondito, ma sono un semplice appassionato di tecnologia, non lavoro in questo ambito), è la sensazione di avere tra le mani un prodotto decisamente buono, soprattutto in rapporto qualità prezzo. E’ veloce quanto basta per non farvi imprecare e farvi venire voglia di insegnargli a volare, in qualsiasi utilizzo, è versatile e trasportabile, e ha il “plus” di un sensore Wacom integrato, che non è poco, rispetto a molti altri prodotti. In più, con una tastiera, si può tranquillamente trasformare in un portatile “al volo”, con l’ottima espandibilità garantita dal sistema operativo windows 10 (per i più curiosi e smanettoni, è possibile montare in dual boot anche Android (Remix Os): trovate guide, video, e quant’altro su internet; le prime rom davano qualche problema sui driver, mentre pare che le ultime siano a posto e non ci siano problemi). A parere mio, se il fatto della garanzia non è un problema, consiglio assolutamente l’acquisto, se cercate un prodotto del genere.

 

AGGIORNAMENTO: E' uscita la nuova versione del tablet alla fine dell'anno scorso, e ora si posiziona più o meno allo stesso prezzo. Si tratta del Cube Mix Plus 2. Di sostanziale, c'è l'utilissimo incremento della capacità di storage del ssd, che passa a 128, e l'aggiornamento del processore M. In fatto di stile, ora è bianco, e non più nero/blu

 

Modificato da oissela
sistemata la formattazione del testo
  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come promesso, aggiorno la mia recensione con ulteriori impressioni d'uso in questi 5 mesi di utilizzo.

Intanto, una premessa importante: io sono uno che pastrocchia coi driver, nel senso, ho la mania di tenere i driver aggiornati. Ecco, se questa cosa può passare per un pc desktop, o al limite per un portatile, per il tablet la sconsiglio assolutamente: a suo tempo, pensando di farci la recensione, diedi un'occhiata anche ai driver, utilizzando un programmino di quelli che controllano se sono aggiornati o meno (driver booster). Il programma mi dava come disponibili un sacco di driver, tra cui quelli che controllano la scheda madre e periferiche varie (es. fotocamera anteriore e posteriore). Preso dalla foga, cominciai ad aggiornare tutto, ed ecco un sacco di problemi: ad esempio, la fotocamera non veniva più riconosciuta, il tablet crashava con la riproduzione video degli mkv, ecc.. Insomma, la soluzione è stata un ripristino completo da zero, quello che reinstalla tutto, per intenderci. Peccato che tale ripristino profondo, ad un certo punto porta il tablet alla schermata del bios, dalla quale è possibile uscire SOLO premendo dei tasti, che ovviamente non ci sono a schermo: ho risolto collegando alla usb una tastiera wireless Logitech, perfettamente riconosciuta, e così ho potuto proseguire il ripristino. Al termine, il tablet ha ripreso a funzionare perfettamente, dal momento che in una partizione nascosta ci sono tutti i driver corretti e le informazioni di installazione. Il mio consiglio è quindi di NON aggiornare assolutamente tutti i driver, dal momento che quelli installati sono quelli corretti e testati per il funzionamento del tablet. I driver che potete aggiornare sono quelli della scheda video (intel), quelli realtek della scheda audio, quelli della microSD (intel, in questo caso, l'aggiornamento è anche consigliato, dal momento che migliora il riconoscimento delle schede sd), il Bluetooth (intel) e i driver di gestione Wacom (questi ultimi due, in realtà, potete tranquillamente evitarli, specialmente quello Wacom, dal momento che quello installato è perfetto e risolve problemucci di quello precedente, come il riconoscimento della penna ai bordi del tablet).

 

Visto che mi hanno chiesto dettagli in più sull'autonomia, ecco di seguito: per un utilizzo normale del tablet, navigazione, word, lettura fumetti e/o libri, ecc., sotto rete wifi, confermo che si arriva tranquillamente a fare dalle 4 alle 5 ore. E' vero che non sono moltissime, ma se volete un processore più prestante rispetto agli atom, questo è il compromesso attuale. Se si gioca a qualche gioco che non richiede grosso sforzo alla gpu integrata, si va dalle 3 alle 4 ore (ho fatto l'esempio sul blog di baldurs gate EE, che sto giocando dopo aver installato steam). Se invece giocate a giochi più pesanti, come ad esempio asphalt, l'autonomia scende ancora, e siamo dalle 2 alle 3 ore. Non moltissimo effettivamente, ma, come detto, più si mette sotto sforzo la macchina, più batteria si ciuccia. Di positivo c'è che la porta usb type c è una vera type c, e quindi consente anche di caricare il tablet, anche tramite powerbank di buona capacità (dirò in seguito).

 

Questione giochi: quando ho comprato questo tablet, oltre che per lavoro, cazzeggio, lettura ecc., pensai alla mia vasta libreria steam, che non riesco più a sfruttare per mancanza di tempo. Quindi mi sono installato steam, per provare alcuni giochi, preso dalla curiosità, e ho ripescato il mitico baldurs gate, nella versione EE, per rigiocarlo. Allora, solo con le dita, in effetti c'è qualcosa da affinare, sebbene steam abbia ora una (ancora acerba, ma un buon inizio) modalità tablet. Quindi ho tirato fuori la pennetta (quella per il Samsung note 4 di cui ho parlato nella recensione) e magia! L'utilizzo è stupendo e perfetto, quindi se siete appassionati di questo tipo di giochi, consiglio di farci un pensiero. A livello di spazio disco, ho installato il gioco e la libreria steam sulla microsd, senza alcun problema, quindi se per voi lo spazio non è abbastanza (anche se non dovrebbe essere un problema con il nuovo modello del tablet, che monta 128gb di ssd), fate un pensierino alla microsd, con un occhio alla compatibilità, perché alcune microsd hanno dato problemi. A riguardo più avanti metto il link al forum ufficiale, dove c'è una lista di accessori testati e perfettamente funzionanti.

A livello di giochi poi, diversi programmatori si sono posti il problema di replicare mouse e tastiera sui tablet windows, e hanno fatto uscire diversi programmini che permettono di farlo, con ottimi risultati! Cito, ad esempio, questo: http://palmtime.net/virtualgamepad/ Con programmi del genere, potete, ad esempio, giocare a crysis ;) (consentitemi la battuta ^_^ ).

 

Per quanto riguarda l'utilizzo per prendere appunti, mi hanno chiesto come si comporti da questo punto di vista. Qualche mese fa ho approfittato di un giveaway per ottenere gratuitamente l'ottima app "Nebo" ( http://www.myscript.com/nebo/ ) . Beh, spettacolare, mi ha veramente stupito. Ricordando vecchie esperienze di questo tipo, con ritardo nel riconoscimento del testo, o dover scrivere in modo "pulito" per ottenere un riconoscimento preciso, al primo utilizzo di questa sono rimasto piacevolmente stupito! Questa app consente di scrivere a schermo, e ottenere poi la conversione in caratteri della propria scrittura, compreso formule matematiche, ecc.. Il riconoscimento è veloce, e preciso, di proposito ho scritto in modo osceno per vedere come andasse, e il programma ha risposto in modo ottimo (salvo se proprio si scrive da cani): in poco tempo si riesce a prenderci mano ed andare spediti. Quindi per l'utilizzo, ad esempio, universitario, direi che il tablet è un'ottima alternativa al più costoso surface.

 

Per quanto riguarda l'assenza del modulo sim (lte o 3g che sia), non è una grave mancanza per il mio utilizzo. Certo va valutato se si sente la necessità di averlo, io ragionai sul fatto che l'unico posto dove necessito di connessione è il treno, e in tal caso utilizzo in modo rapidissimo il mio lumia 950 xl come hotspot wi fi in tethering e sfrutto l'ampia quantità di giga prevista dal mio piano telefonico. Avere un modulo sim è una comodità, però implica l'acquisto di una sim dati, e c'è da considerare che le reti wi fi in giro per il mondo sono sempre di più e consentono di essere quasi sempre connessi. A livello di consumo batteria, poi, il chip lte è uno di quelli che più ne assorbono sui nostri telefoni, e quindi anche per un tablet l'impatto sarebbe forse più rilevante di quello del wifi (credo).

 

Assenza del modulo GPS: piuttosto irrilevante nel mio caso specifico e non una grave mancanza. E' difficile che si usi il tablet come navigatore. Ormai tutti, chi wmobile, chi android, chi iOs, abbiamo dei navigatori sullo smartphone, che sono sicuramente più comodi di un tablet per questo uso. In ogni caso, l'app Mappe di windows funziona perfettamente anche senza GPS, per quanto riguarda ricerche di indirizzi, ecc., e, se siete in wifi, spesso riesce a dare comunque la posizione approssimativa corretta.

 

Questione accessori: ho già detto nella recensione della possibilità di sostituire l'ssd interno con uno più capiente, a patto di saperci un po' fare manualmente (c'è da aprire il tablet con il famoso "plettro", una volta fatto, l'ssd è semplicemente inserito nello slot interno, senza saldature). L'accortezza è di comprarsi anche l'accessorio per collegarlo prima alla porta usb, in modo da farci l'immagine del disco. Questo perché l'installazione pulita è un po' complicata, per la questione driver di cui dicevo sopra, anche se non impossibile dal momento che la pagina di supporto mette a disposizione tutto quanto serve nel caso si volesse procedere in tal senso (anche se, ad esempio, si vuole installare windows 10 professional al posto dell'home montato originariamente).

 

Ultima cosa, per quanto riguarda l'alimentazione da usb type c, mi sono comprato questo comodissimo caricatore da parete della iVoler, consigliato sul forum ufficiale, e comodo perché, oltre alla porta usb c dedicata, ne offre altre di tipo classico, quindi mi va benissimo per attaccarci tutti i miei dispositivi a casa, compresa una basetta induttiva per il lumia (questa: https://www.amazon.it/gp/product/B01MZHXLKH/ref=oh_aui_detailpage_o01_s01?ie=UTF8&psc=1 che utilizzo con questo cavo certificato: https://www.amazon.it/gp/product/B01N05G3SH/ref=oh_aui_detailpage_o01_s01?ie=UTF8&psc=1 ). Il caricatore è il seguente, un po' più costoso rispetto molti altri, ma validissimo: https://www.amazon.it/gp/product/B01EUN7JME/ref=oh_aui_detailpage_o01_s00?ie=UTF8&psc=1 . Tenete presente che, forse l'avevo già scritto nella recensione, questo caricabatteria è più veloce di quello originale fornito nella confezione, motivo che mi ha spinto a pensarci. Ero un po' preoccupato della ricarica via usb anziché tramite l'entrata di alimentazione standard, ma i numerosi feedback positivi sul forum mi hanno convinto a farlo, oltre al fatto che mi tornava comodo avere un caricabatteria da parete multiporte.

 

Concludo quindi con tutte le pagine che possono essere d'aiuto:

 

Forum ufficiale: https://techtablets.com/forum/forums/cube/cube-i7-book/ (utile per lista di accessori compatibili, per modding, per installazioni, e per porre questioni agli altri utenti).

 

Sito per il firmware, in caso si siano fatti danni notevoli e si debba ripristinare da zero il tablet via usb: http://www.cube-tablet.com/download/

 

Sito per i driver: http://techtablets.com/downloads-drivers-roms/

 

Se mi viene in mente altro, o se volete farmi altre domande, sono sempre qui ;) Grazie a tutti per la pazienza nella lettura!

 

Fabrizio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ho trovato questa recensione molto interessante visto che cercavo proprio un tablet windows da usare soprattutto per leggere fumetti ma senza rinunciare ad un utilizzo come notebook ( m3 mi garantirebbe prestazioni serie) con tastiera.

Pensate che il tablet qui recensito attualmente sia la migliore soluzione o potete propormi di confrontarlo con altri modelli piu recenti?

 

Grazie

Modificato da pincoxx

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
On 14/11/2017 at 11:32, pincoxx ha scritto:

Ho trovato questa recensione molto interessante visto che cercavo proprio un tablet windows da usare soprattutto per leggere fumetti ma senza rinunciare ad un utilizzo come notebook ( m3 mi garantirebbe prestazioni serie) con tastiera.

Pensate che il tablet qui recensito attualmente sia la migliore soluzione o potete propormi di confrontarlo con altri modelli piu recenti?

 

Grazie

 

Ci sono altri modelli con gli Intel Atom, ma le prestazioni non sono paragonabili a questo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per commentare

E' necessario essere utenti registrati per aggiungere una risposta

Registrati

Crea il tuo account di accesso alla community, è semplice!

Form di Registrazione

Accedi

Hai già un account? Effettua l'accesso da qui.

Accedi Ora


×