Mini Recensione di Xiaomi Mi Band 2 (+ codice sconto per l’acquisto a 13,77 su GearBest)

Xiaomi Mi Band 2

Xiaomi Mi Band 2

Ad oltre un anno di distanza dal lancio sul mercato, il Mi Band 2 di Xiaomi rimane insuperabile nel confronto con altri fitness band di fascia bassa. Insuperabile perchè ha un prezzo di vendita molto contenuto, soprattutto su GearBest dove attualmente può essere acquistato a poco più di 19 Euro con consegna gratuita (vedi qui), e perchè offre un design gradevole e una semplicità d’uso impareggiabile.

Di seguito vi proponiamo la mini recensione del nostro amico Dario che lo ha utilizzato per diversi mesi in combinazione con il suo smartphone Android. Se siete interessati all’acquisto vi invitiamo a leggerla ma soprattutto a guardare il video che trovate a fine articolo che vi permetterà di vederlo più da vicino e di avere ulteriori dettagli sulle sue principali caratteristiche. Poi, se pensate che possa fare al caso vostro sappiate che domani, 3 novembre, utilizzando il codice sconto 11.11GB037 avrete la possibilità di acquistarlo a soli 13,77 Euro accedendo a questa pagina di GearBest.

Mini Recensione di Xiaomi Mi Band 2

Il Mi band 2 è un degno successore del Mi Band 1. Il produttore ha corretto quella che era la principale mancanza della prima versione: anziché basare l’interfaccia solo sulle gesture e sui 3 LED incastonati nella superficie superiore, ha inserito un piccolo display che visualizza le informazioni che tutti vorremmo avere in una smartband ovvero ora corrente, passi effettuati, calorie bruciate e metri percorsi. Informazioni che è possibile sfogliare agevolmente grazie al tasto soft touch presente poco sotto al display (per gli amanti delle specifiche tecniche segnalo che il display è di tipo OLED e ha una dimensione di mezzo pollice).

Xiaomi è andata anche oltre perché ha implementato un sensore per il monitoraggio del battito cardiaco che inizialmente funzionava solo in modalità spot (un’unica misurazione, su richiesta) ma poi, in seguito alle pressioni degli utenti che chiedevano un monitoraggio continuo, attraverso una serie di aggiornamenti dell’app Mi Fit e del firmware del dispositivo si è finalmente giunti ad un compromesso: sono state introdotte le modalità sport (nell’app) che mantengono attivo il monitoraggio continuo del battito cardiaco.

E sempre nell’app, e solamente dall’app, è possibile visualizzare le informazioni relative al sonno (ovviamente se si tiene il Mi Band indossato durante la notte). Questo per non inficiare l’autonomia della batteria che resta comunque tra le più elevate della categoria con i suoi 20 giorni di utilizzo ininterrotto!

Il Mi Band 2 offre anche un “blando” supporto alle notifiche della app di terze parti. È possibile infatti chiedere al Mi Band, tramite l’app, di vibrare qualora si dovesse ricevere un messaggio da un app di messaggistica tipo WhatsApp: sul display comparirà solo l’eventuale iconcina associata all’applicazione e per l’eventuale interazione si dovrà utilizzare lo smartphone.

Il Mi Band 2, così come il Mi Band di prima generazione, ha un cinturino facilmente usurabile e con una chiusura poco affidabile. Questo comporta che dopo poco tempo di utilizzo possa allentarsi facilitando lo sgancio involontario e dunque la perdita del dispositivo (e io ne so qualcosa). Il consiglio è quello di acquistare un cinturino di terze parti capace di garantire una migliore qualità costruttiva e affidabilità: su GearBest ce ne sono diversi compatibili a prezzi molto contenuti, vedi qui.

Prima di lasciarvi alla video recensione vorrei farvi sapere che la funzione “trova mi band” presente nell’app funge solamente nell’arco di 10 metri (utilizza il Bluetooth) e che per ricaricare la batteria si dovrà utilizzare un PC e l’apposito adattatore USB incluso nella confezione: l’eventuale utilizzo con un caricabatteria per cellulare potrebbe danneggiarlo gravemente.

A voi il video, e se avete domande non esitate ad inoltrarle nei commenti. 😉




2 Commenti

  1. ☏ zio983
    • Shady 91'

Aggiungi un commento