Nokia 6, caratteristiche e impressioni nella nostra recensione (foto e video)

Nokia 6

Nokia 6

Dopo le recensioni del Nokia 3 e del Nokia 5, ecco come promesso il nostro resoconto sulle principali caratteristiche del Nokia 6, il modello più affascinante e completo della prima tranche di smartphone Android lanciata sul mercato a inizio estate da HMD Global. E’ affascinante perché ha un design più raffinato e fine, ed è più completo perché offre una dotazione hardware superiore. Ovviamente tutto questo comporta un prezzo di vendita maggiore rispetto a quello dei Nokia 3 e Nokia 5, ma la differenza non è eccessiva.

La scocca del Nokia 6 è forgiata da un unico blocco di alluminio per offrire robustezza e un alta resistenza agli urti, ed è rifinita con stile per restituire una piacevole sensazione al tatto e alla vista. I bordi fresati a lucido, che conferiscono al dispositivo quel tocco di classe che lo contraddistingue, possono sembrare taglienti ma non lo sono affatto. Anzi, la loro “ruvidità” aumenta il grip e rende più salda e ferma l’impugnatura. Tutto questo, a detta di HMD Global, è il frutto di ben 55 minuti di lavorazione (partendo da un blocco di metallo solido iniziale) e noi che lo abbiamo ammirato, maneggiato e utilizzato per diverse settimane non possiamo far altro che applaudire al risultato finale: il Nokia 6 è davvero ben fatto e bello nel design, forse più del nuovo Nokia 8!

È un prodotto nato per durare, realizzato con materiali di qualità eccellente, belli da vedere e toccare.

Molto bello ed efficiente è anche il display di questo Nokia 6. Con tecnologia LCD IPS, ha una diagonale da 5,5″ con risoluzione Full HD (1920×1080 pixel), un’ottima gestione dei colori e una densità di pixel pari a 403 ppi. E’ polarizzato e offre una luminosità massima di 450 nits per una buona visione di scritte, immagini ed elementi grafici anche sotto la luce diretta del sole. Il vetro Corning Gorilla con curvatura ai bordi da 2,5D e un ottimo trattamento oleofobico (le ditata non rimangono impresse) completa l’opera e nel contempo garantisce un’elevata resistenza ai graffi, proprio come la scocca posteriore in alluminio che non teme i maltrattamenti.

I tre tasti funzione sono soft touch, sotto lo schermo, e quello centrale, home, integra anche un sensore di impronta digitale preciso, efficiente ed abbastanza rapido nel riconoscimento del dito e nello sblocco del sistema. Così come abbiamo fatto per il Nokia 5, anche per il Nokia 6 diciamo però che siamo rimasti un po’ delusi dall’assenza della retroilluminazione anche per questo tasto\sensore o quanto meno di un qualche elemento che consenta di farlo individuare meglio quando si prende in mano il dispositivo in un ambiente poco illuminato (il vetro scuro e i bordi del display a volte ingannano e non è raro sbagliare l’orientamento dell’impugnatura).

Ma veniamo al software di sistema. Com’è noto, il Nokia 6 offre una versione “Pura” di Android Nougat, esattamente come i Nokia 3 e 5. L’esperienza d’uso, all’inizio, potrà sembrare un poco “fredda” e scarna ma dopo alcuni giorni di utilizzo, e con l’installazione delle applicazioni preferite, questo piccolo fastidio viene metabolizzato e accettato dalla consapevolezza che solo con un OS senza orpelli e inutili personalizzazioni si godrà della fluidità e della reattività desiderata. Almeno, per noi è stato così. Ad ogni modo, sul Google Play Store ci sono tantissimi Launcher e Temi che permettono di cambiare aspetto all’interfaccia e renderla più vicina ai propri gusti senza intaccare la genuinità del sistema e dunque la possibilità di ricevere e installare gli aggiornamenti che HMD Global ha promesso di rilasciare periodicamente e con una certa frequenza (nel momento in cui scriviamo, 7 settembre, le patch di sicurezza sono aggiornate al mese di agosto).

Nota: le uniche app preinstallate da HMD Global sul Nokia 6 sono: Fotocamera e quella denominata “Supporto” che permette di accedere al manuale d’uso ma anche di visualizzare lo stato della garanzia e di chattare (al momento solo in inglese) con l’assistenza tecnica in caso di problemi riscontrati nell’utilizzo di tutte le funzioni del dispositivo.

Il Nokia 6 viene commercializzato con Android 7.1.1 di serie, e come i Nokia 3, 5 e 8 sarà aggiornato ad Android 8.0. Questa versione del sistema operativo di Google presente sul dispositivo offre alcune funzioni davvero utili e interessanti, come ad esempio gli “app shortcuts” per accedere ad opzioni e funzionalità delle app con un tap prolungato sulle relative icone nella Home (ad esempio per l’aggiunta di un nuovo contatto nell’app Contatti oppure per aprire una nuova scheda in incognito su Chrome), e la possibilità di impostare un utente aggiuntivo a cui il sistema dedicherà una porzione della memoria per il caricamento di app e file accessibili solo a tale utente. Inoltre, grazie all’NFC e alla funzione Touch & Pay, il dispositivo può essere utilizzato anche come strumento per il pagamento digitale contactless (vedi screenshot qui sotto).

La fluidità del sistema è agevolata dal processore octa-core Qualcomm Snapdragon 430 da 1,4 GHz che, pur non essendo di nuova generazione, garantisce efficienza e potenza in ogni ambito di utilizzo. Anche la memoria RAM da 3 GB contribuisce al buon funzionamento del sistema ma anche all’ottimizzazione del multitasking e all’apertura delle app che risulta pressoché istantanea con quelle più popolari e di uso più frequente (ad esempio, Facebook si apre in meno di 3 secondi). Buono è anche il lavoro e il supporto delle suddette componenti hardware nell’avvio di giochi pesanti come ad esempio Asphalt 8 (potete vederlo nella video recensione che trovate a fine articolo, al minuto 4:50) e nell’elaborazione delle immagini catturate con le due fotocamere.

Tra i punti di forza del Nokia 6 inseriamo certamente il comparto fotografico. Come potete vedere negli esempi a seguire, la qualità delle foto che si ottiene con la fotocamera posteriore, da 16 Megapixel con autofocus, rilevamento di fase, e apertura focale f/2.0, è elevata in quasi tutte le situazioni. Buona la gestione dei colori, saturi e accesi al punto giusto, così come la gestione e la cattura della luce, efficiente e uniforme . La messa a fuoco automatica a rilevamento di fase è rapida e facilita il “punta e scatta” mentre la funzione HDR, attivabile con un solo tocco dal viewfinder, permette di ottenere immagini più luminose e dettagliate. Il doppio flash LED è abbastanza potente, ma quando è buio pesto la qualità cala sensibilmente.

Anche la fotocamera anteriore, da 8 Megapixel con apertura focale f/2.0 e grandangolo da 84°, permette di realizzare foto e autoscatti di buona qualità. Anch’essa supporta la funzione HDR e grazie alla funzione flash display (poco prima dello scatto lo schermo si illumina quasi completamente) permette la cattura di immagini luminose in ogni ambiente.

Nota: le foto qui sotto non sono state ridimensionate (alcune hanno un peso superiore a 5 MB).

Per quanto riguarda la registrazione video, anche in questo caso la qualità è buona ma l’assenza dello stabilizzatore delle immagini si fa sentire (per ottenere video non traballanti occorre tenere la mano molto ferma oppure, meglio, usare un treppiede). Ottima è invece la possibilità di attivare con un solo tocco lo slow motion a 2x e 3x (solo per i video a 720p) e il fast motion sempre a 2x e 3x sia per la fotocamera frontale sia per quella posteriore, e di impostare la registrazione a 1080p anche per la fotocamera frontale. A fine articolo, sotto la video recensione, troverete un video con alcuni esempi di registrazione a 1080p.

Un altro punto di forza del Nokia 6 lo assegniamo al sistema audio. Grazie al doppio altoparlante, uno posto nel lato inferiore e l’altro nella capsula audio sopra il display, la riproduzione in vivavoce della propria musica preferita è un vero piacere: i suoni restituiti sono puliti, corposi e ben equilibrati tra livelli alti e bassi. Inoltre, grazie al supporto al Dolby Atmos l’audio dei video che supportano tale tecnologia risulta “avvolgente” e di qualità superiore anche a quella che si ha con smartphone di fascia superiore (recandosi in Impostazioni, Audio è possibile scegliere tra Modalità Musica e Modalità Teatro per il  Dolby Surround).

Nulla da eccepire per quanto riguarda la ricezione e la qualità delle chiamate tradizionali tramite operatore telefonico, efficiente come tutti i telefoni a marchio Nokia, e per la batteria da 3000 mAh (ricaricabile in circa due ore) che garantisce un’autonomia in linea con la media degli smartphone attualmente in commercio.  L’unico neo che segnaliamo è il surriscaldamento della parte posteriore, nei pressi della fotocamera, quando si avviano e si utilizzano app e giochi pesanti per un tempo lungo, come Asphalt 8 di cui sopra ma anche Google Maps per la navigazione satellitare. Ma non è niente di trascendentale.

Se volete saperne di più sul Nokia 6 ma soprattutto desiderate vederlo in azione riproducete il video qui sotto. E se alla fine vi vien voglia di acquistarlo sappiate che su Amzon è disponibile in diverse colorazioni e con Garanzia Italia, vedi qui.





21 Commenti

  1. pasqualeNokia3
    • ☏ Alessio (oissela)
    • gilberto6666
      • pasqualeNokia3
  2. provinciami
  3. bryan
    • Alessio (oissela)
      • bryan
        • Alessio (oissela)
          • bryan
  4. gilberto6666
  5. ☏ Vetro
  6. Paolo
  7. Giovanni
    • Alessio (oissela)

Aggiungi un commento