Nokia 3310 versione 2017, impressioni e considerazioni nella nostra video recensione

Nokia 3310

Nokia 3310

Dopo circa due anni e mezzo dall’ultima recensione dedicata ad un dispositivo Nokia, con questo nuovo articolo siamo lieti di proporvi le nostre impressioni e considerazioni su un nuovo cellulare con il marchio dell’amata azienda finlandese che noi di Nokioteca non abbiamo mai abbandonato: il Nokia 3310 versione 2017 prodotto da HMD Global.

A chi ancora non lo avesse capito, diciamo subito che questo dispositivo non è uno smartphone ma un feature phone pensato per i nostalgici, i fan più fedeli del brand Nokia e per chi necessita di un dispositivo mobile semplicemente per ricevere ed effettuare conversazioni vocali e\o per inviare e ricevere SMS. Il nuovo Nokia 3310, infatti, propone in chiave moderna tutte le funzioni del mitico 3310 che Nokia aveva lanciato sul mercato circa 17 anni fa, con qualche piccola aggiunta per renderlo ancora più sfizioso e versatile tra cui la fotocamera da 2 Megapixel con flash LED, il browser web Opera Mobile e il supporto al Dual SIM.

Scordatevi dunque di ritrovare nel nuovo Nokia 3310 tutte quelle “comodità” presenti negli smartphone attualmente in commercio come ad esempio la connessione wifi, lo schermo touch, il supporto a WhatsApp (il Facebook Messenger è installabile, ma è molto limitato), e tutte quelle funzioni avanzate dedicate all’intrattenimento e al divertimento. Il nuovo Nokia 3310 versione 2017 è un dispositivo essenziale, semplice ma soprattutto robusto e resistente agli urti, proprio come i primi telefoni cellulari prodotti dall’azienda finlandese.

Il design del Nokia 3310 versione 2017 è simile a quello che ha reso iconico e inconfondibile l’omonimo dispositivo prodotto 17 anni fa. E’ anch’esso caratterizzato da linee arrotondate e da una cornice bianca ovale che avvolge e valorizza il display, in questo caso a colori e con una diagonale da 2,4 pollici e risoluzione da 240×320 pixel. Lo spessore e il peso, invece, sono stati sensibilmente migliorati rispetto all’originale: solo 12,8 mm e 79,6 grammi. Questo per rendere il dispositivo più maneggevole e confortevole da portarsi appresso, anche in un taschino!

L’esperienza d’uso del Nokia 3310 da parte di chi ha usato per anni uno smartphone può risultare un po’ difficoltosa e macchinosa. Ma è solo questione di abitudine: dopo pochi minuti ci si prende (o riprende) la mano. Utilizzare questo dispositivo è come fare un tuffo nel passato dal momento che tutto viene gestito attraverso i due tasti funzione personalizzabili, il joypad e i tasti del tastierino alfanumerico, ma soprattutto perché l’interfaccia utente è basata su Nokia Series 30+, un sistema operativo di altri tempi che negli anni Nokia ha modernizzato e implementato. E poi, chi lo averebbe mai detto che nel 2017 ci sarebbe stato proposto il T9 per scrivere messaggi e brevi testi?

Tra le caratteristiche “originali” di questo telefono cellulare citiamo anzitutto la fotocamera. Come detto all’inizio ha un sensore di appena 2 Megapixel ed è gestita da un software estremamente essenziale. Ciò nonostante gli scatti che si ottengono hanno una qualità accettabile se si considera che il Nokia 3310 non ha un hardware pompato come quello di uno smartphone. Ovviamente i risultati migliori si ottengono in ambienti luminosi o sotto la luce diretta del sole mentre al buio, nonostante la presenza del flash LED e della scena “Notte”, la qualità cala sensibilmente.

Simpatica è la possibilità di attivare, prima di eseguire lo scatto, uno dei 5 “effetti immagine” disponibili: scala di grigi, seppia, colore verde, colore blu e inversione colore. Tra le opzioni della fotocamera c’è anche quella che permette di attivare lo scatto continuo, l’autoscatto e lo zoom.

Di seguito alcuni esempi di foto che abbiamo scattato indoor e outdoor (i video ve li risparmiamo dal momento che questo dispositivo non è pensato per tale funzionalità, sebbene sia supportata).

Riguardo alle “funzioni telefoniche”, quelle poche disponibili sono buone e affidabili. La ricezione del segnale di rete è discreta, così come il volume e la qualità dell’audio sia in capsula sia in vivavoce. Inoltre, come gli smartphone più moderni, anche questo nuovo Nokia 3310 offre la possibilità di bloccare determinati numeri e di accedere al Registro delle chiamate (la cronologia) attraverso l’omonima funzione. La Rubrica dei contatti può essere popolata manualmente oppure tramite il trasferimento via bluetooth, uno alla volta. Dimenticatevi dunque la comodità di impostare il vostro account Google, Microsoft o di altro provider e di visualizzare automaticamente tutti i vostri contatti nella rubrica e di tenerli sincronizzati in caso di modifica.

Il nuovo Nokia 3310 è disponibile anche in versione Dual SIM. Ciò vuol dire che è possibile avere due differenti linee telefoniche e di gestirle dall’apposito menu denominato “Smart Dual SIM”. Purtroppo, non avendo a disposizione due SIM in formato “micro”, non ci è stato possibile testare tale funzione ma leggendo il manuale d’uso abbiamo appreso che è possibile specificare quale SIM utilizzare per le chiamate, per i messaggi e per la rete mobile. E’ inoltre possibile impostare l’inoltro delle chiamate su una delle due SIM inserite.

Nota: il nuovo Nokia 3310 sfrutta solo le reti 2G sulle bande a 900 e a 1800 MHz.

Il nuovo Nokia 3310 ha solo 16 MB di memoria interna. Questo costringerà ad aggiungere una micro SD nell’apposito slot se si desidera sfruttare alcune delle sue funzioni, ad esempio per utilizzarlo come lettore MP3, per registrare video oppure per eseguire il backup dei dati per un eventuale ripristino del sistema. Anche per farlo vedere dal PC come “archivio di massa” è obbligatorio inserire la micro SD (la memoria interna non può essere “esplorata” da computer).

Tra le “applicazioni” preinstallate sul nuovo Nokia 3310 troviamo la nuova versione di Snake, a colori e con una nuova e più moderna interfaccia prodotta da Gameloft: l’idea è simpatica ma avremmo preferito la versione originale del gioco! Oltre a Snake ci sono: Conteggio rovescia, il Cronometro, la Torcia (sfrutta il flash LED della fotocamera) e il Convertitore (di Temperatura, Peso, Lunghezza, Area, Volume e Valuta). C’è anche la funzione Sveglia (che suona anche a telefono spento), il calendario con possibilità di inserire eventi e promemoria, l’app Wheather che fornice info sulle condizioni atmosferiche di una località predefinita (richiede connessione a internet), la Calcolatrice, l’app Note per prendere appunti, il Registratore vocale, il Gestore File e la Radio FM che come sugli smartphone funziona solo se si collegano gli auricolari.

Dal Mobile Store di Opere preinstallato è possibile aggiungere anche altre applicazioni e giochi (soprattutto questi ultimi) ma la qualità e l’esperienza d’uso sono quelle che sono… Inoltre, dal browser web è possibile accedere anche a Fecebook e a Twitter ma la lenta e snervante connessione in 2G e i limiti del browser web Opera Mobile costringeranno a chiuderli dopo pochi minuti.

Meritano una menzione anche la funzione “Glance” e la durata della batteria. Come sui dispositivi Lumia, anche il nuovo Nokia 3310 permette di visualizzare l’ora corrente e l’indicazione di chiamate perse e di SMS ricevuti sull’apposita schermata Glance (da attivare nelle Impostazioni) anche quando il telefono è in standby. Per quanto riguarda l’autonomia della batteria, HMD Global dichiara che il nuovo Nokia 3310 garantisce 31 giorni in standby e 22 ore continue in conversazione. Noi non possiamo confermare questi dati ma possiamo dire che nella settimana in cui lo abbiamo avuto sul nostro banco di prova non lo abbiamo mai caricato (ci è giunto con carica al 100%).

Se volete saperne di più sul nuovo Nokia 3310 o desiderate sapere da noi se vale la pena acquistarlo, avviate la nostra video recensione qui sotto. Alla fine, se vi vien voglia di averlo (magari per ampliare la vostra collezione di dispositivi a marchio Nokia), sappiate che potete comprarlo anche su Amazon Italia, vedi qui.




4 Commenti

  1. pasqualeNokiaHMD
  2. pasqualeNokiaHMD
    • Alessio (oissela)
  3. gilberto6666

Aggiungi un commento