Resoconto dell’incontro con i rappresentanti di HMD e risposte alle vostre domande

Nokia 6 e Nokia 5

Nokia 6 e Nokia 5

Ieri pomeriggio, come annunciato in questo articolo, abbiamo avuto il piacere di incontrare alcuni rappresentanti di HMD Global. E’ stato un incontro informale molto interessante a cui abbiamo partecipato assieme ad altri selezionati giornalisti e blogger italiani con entusiasmo e curiosità.

A parlare e a rispondere a tutte le domande che venivano poste dai presenti è stato soprattutto Alberto Colombo, General Manager di HMD Global per l’Italia, una persona molto disponibile, affabile e appassionata del proprio lavoro: tutte caratteristiche che abbiamo apprezzato e che ci fanno credere che, finalmente, avremo a che fare con un interlocutore amichevole e cortese per quanto riguarda le notizie e le novità del “nuovo capitolo” della storia dei dispositivi mobili a marchio Nokia.

Purtroppo non abbiamo potuto rivolgere a Colombo tutte le domande che ci avete inoltrato qui su Nokioteca (e soprattutto su Windowsteca) pertanto di seguito vi proponiamo alcune utili informazioni che abbiamo ottenuto e le risposte alle domande che siamo riusciti a rivolgere.

Nokia 3310 e feature phones

Il Nokia 3310 sarà disponibile solo in versione 2G (la variante 3G di cui si è vociferato in rete è una bufala). Il sistema operativo scelto, Serie 30+, è quello ritenuto più adatto per questa tipologia di dispositivi e, molto probabilmente, sarà quello che i prossimi feature phones a marchio Nokia adotteranno.

La risposta al lancio della versione 2017 del Nokia 3310 da parte dei consumatori e degli operatori del settore, a detta di HMD, è stata sorprendente, tanto che in certi momenti ha superato quella dei Nokia 3, Nokia 5 e Nokia 6 con Android OS. Questo a dimostrazione che il mercato dei feature phones, ovvero dei telefonini che permettono semplicemente di effettuare chiamate e messaggiare, ha ancora un suo spazio nel mondo dei dispositivi mobili ma soprattutto che le “pietre miliari” di Nokia vengono ancora apprezzate e accolte con molto affetto dai fan e dagli ex clienti di Nokia.

La scocca del Nokia 3310 non è solo robusta e resistente alle cadute ma è anche progettata in modo molto simile a quella dei dispositivi Lumia. Dunque, in caso di graffi e scalfitture non si vedrà il bianco o un colore neutro bensì la medesima tinta della parte esterna della scocca.

Il Nokia 3310 arriverà in Italia nel corso del Q2 del 2017, anche attraverso offerte commerciali proposte dagli operatori telefonici. Ancora la data precisa e il prezzo di vendita per il nostro Paese non sono stati fissati ma “molto presto” HMD ci fornirà queste informazioni.

Nokia 3, Nokia 5 e Nokia 6

Anche per i nuovi Nokia 3, Nokia 5 e Nokia 6, al momento, non si conosce la data e il prezzo di vendita in Italia. Alberto Colombo di HMD Global si è limitato a ripetere che presto queste informazioni saranno diffuse alla stampa ribadendo, allo stesso tempo, che la promessa di commercializzazione nel corso del Q2 sarà mantenuta.

Colombo ha anche ribadito che questi sono solo i primi dispositivi Android a marchio Nokia e che prossimamente (entro la fine del 2017) ne vedremo altri, anche di fascia superiore. Ha anche sottolineato che il valore aggiunto che i nuovi Nokia porteranno all’interno del vasto mercato degli smartphone Android sarà rappresentato da un design curato, da una qualità costruttiva capace di garantire la massima resistenza agli urti (come da tradizione dei dispositivi Nokia) e dall’adozione di una versione “pura” di Android che permetterà aggiornamenti del sistema costanti per l’intero ciclo di vita del dispositivo, sia per quanto riguarda le patch di sicurezza sia per le nuove release di Android. Anche la scelta di non personalizzare la UI di Nokia 3, Nokia 5 e Nokia 6 con eventuali launcher è legata alla volontà di HMD di garantire all’utente aggiornamenti del sistema frequenti, periodici e senza preoccupazioni.

Nokia 6, Nokia 5 e Nokia 3

Nokia 6, Nokia 5 e Nokia 3

La nomenclatura scelta per i nuovi smartphone Nokia con Android OS sarà mantenuta anche per gli smartphone di nuova generazione che saranno prodotti negli anni a venire. Quindi, salvo ripensamenti o cambi di piano, il prossimo anno assisteremo al lancio delle versioni 2018 dei Nokia 3, Nokia 5 e Nokia 6 proprio com’è avvenuto con il Nokia 3310 (nota: il Nokia 4 non verrà prodotto perchè in Asia il 4 è considerato un numero sfortunato).

I nuovi Nokia 3, Nokia 5 e Nokia 6 saranno venduti anche attraverso offerte commerciali dei principali gestori telefonici nazionali (TIM, Vodafone e Wind-Tre).

Assistenza

Tra le diverse domande che abbiamo rivolto ad Alberto Colombo c’è anche quella relativa all’assistenza dei nuovi dispositivi Nokia. Anche in questo caso non abbiamo ricevuto una risposta dettagliata tuttavia ci è stato assicurato che nel nostro Paese godremo di un servizio di assistenza adeguato ed efficiente. Probabilmente sarà simile al servizio di assistenza offerto da Apple e dunque in caso di rottura o guasto in garanzia il cliente potrà rivolgersi al rivenditore per l’eventuale riparazione o sostituzione del dispositivo. Anche su questo argomento maggiori dettagli saranno forniti non appena i nuovi Nokia saranno ufficialmente lanciati sul mercato italiano.

Accessori

HMD Global produrrà anche degli accessori per i propri dispositivi a marchio Nokia. Colombo ha menzionato tre tipologie di accessori che potrebbero essere lanciati entro la fine dell’anno in corso: auricolari, cover e gadget audio. L’idea è quella di riproporre un’offerta simile a quella che Nokia sottoponeva al mercato quando era attiva nel settore degli smartphone.

Altro

I suddetti nuovi dispositivi Nokia prodotti da HMD (e FIH\Foxconn) saranno protagonisti di una importante campagna pubblicitaria che coinvolgerà tutti i principali mass media, forse anche le TV nazionali. La campagna pubblicitaria sarà sfruttata anche per il rilancio del marchio Nokia di cui, dal 1° gennaio 2017, la società HMD Global è ufficialmente licenziataria non solo per i cellulari e gli smartphone ma anche per i tablet (per vedere un nuovo tablet Nokia prodotto da HMD dovremo attendere, forse, il 2018).

In Italia HMD Global opererà attraverso la nuova società, ancora in fase di costituzione, denominata TNS. Colombo l’ha definita la “legal entity” Italiana per HMD e si occuperà di gestire le questioni legali, i contratti e i rapporti con i distributori e i rivenditori nel nostro Paese.

HMD Global non ha in programma di produrre altre tipologie di dispositivi oltre a quelle sopracitate e non considera l’adozione di sistemi operativi diversi da Android per gli smartphone (niente Windows OS o eventuali collaborazioni con Jolla per l’utilizzo di Sailfish OS). Inoltre non dispone di propri brevetti ma non è escluso che possa sfruttare quelli di proprietà di Nokia (in eventuale concessione) oltre a quelli che già sono presenti nel portfolio di brevetti di FIH\Foxconn.

I nuovi dispositivi Nokia di HMD si rivolgeranno per lo più ai cosiddetti utenti “Millennials”, ovvero ai giovani nati tra i primi anni ’80 e i primi anni 2000. Per questo saranno caratterizzati da funzioni specifiche per tale target (fotocamere per foto, selfie e video di qualità, comparto audio per una efficiente riproduzione della musica, ecc… ) e da un prezzo di vendita contenuto.

Come sottolineato dall’amico gianni68 di Windowsteca, HMD è anche l’acronimo di Head Mounted Display (dispositivi per la realtà virtuale e aumentata). Alla domanda se questo significato ha un legame con la società HMD Global non ci è stata data risposta ma, come detto sopra, ci è stato confermato che è esclusa ogni possibilità di produrre dispositivi diversi da cellulari, smartphone e tablet.



8 Commenti

  1. Vetro
  2. pasqualeNokiaHMD
  3. gilberto6666
  4. Antonio
    • pasqualeNokiaHMD
  5. Bruno
    • pasqualeNokiaHMD
  6. Bruno

Aggiungi un commento