Grazie di cuore per l’affetto e la vicinanza che mi avete dimostrato

Tramonto

Tramonto

Carissimi amici di Nokioteca, con questo articolo desidero ringraziare di cuore tutte la persone che mi sono state vicine e mi hanno aiutato a superare queste due ultime settimane, per me molto complicate e travagliate come avete appreso nei due articoli dedicati pubblicati nei giorni scorsi.

In primis il mio ringraziamento va a Paolo De Prosperis che nonostante i propri impegni lavorativi ha portato avanti il blog con dedizione pubblicando le notizie più importanti per tenervi aggiornati. Poi ringrazio tutti gli altri collaboratori ed ex collaboratori, mia mamma 81enne, mio fratello, i miei cugini e tutti gli amici che mi hanno dimostrato affetto e vicinanza.

Un grandissimo grazie lo rivolgo anche a tutti quei lettori e amici di Nokioteca che con i loro commenti mi hanno incoraggiato e mi hanno mandato gli auguri di buona guarigione. Li ho letti tutti e riletti più volte (dal mio Lumia 930 che rimane il mio smartphone di tutti i giorni nonostante qualcuno sostenga che sia passato ad Android), sempre con le lacrime agli occhi, per avere conforto e trovare la forza per non mollare. Davvero grazie di cuore, il vostro sostegno, seppure virtuale, mi ha aiutato tanto a superare lo sconforto che mi aveva assalito.

Ma veniamo a me e a quello che mi è successo. Ve lo racconto un po’ per esorcizzarlo, un po’ perché ormai vi considero amici e ritengo giusto che voi sappiate. In pratica la sera del 25 marzo, mentre ero comodamente disteso a letto a guardare la TV, ho accusato un forte mal di testa, improvviso. Ho chiamato subito il 118 che entro 5 minuti mi ha mandato un ambulanza per portarmi subito al pronto soccorso. Diagnosi: emorragia cerebrale dovuta ad una Malformazione Artero Venosa congenita (in gergo detta MAV) che non sapevo di avere. Non ho mai sofferto di mal di testa e sto fatto mi ha destabilizzato. Il chirurgo che mi ha operato, in data 31 marzo (ha dovuto attendere il riassorbimento naturale del sangue da parte del cervello…), mi ha detto che prima o poi sta tragedia mi sarebbe capitata. L’operazione di rimozione della MAV è durata 4 ore e fortunatamente è andato tutto per il meglio: non ci saranno ricadute, recidive o complicazioni per il mio cervello… E questo per me è un gran sollievo, nonostante l’incazzatura per i 19 punti che mi rimarrano come un ricordo indelebile sulla testa… Ora devo solo riprendermi dalla debolezza e dalla stanchezza accumulata dai farmaci e dalla degenza a letto, e non appena sarò in forma tornerò a scrivere articoli sul blog (non mollo!).

Insomma, nella sfiga mi è anche andata bene perche i rischi che ci rimanessi secco non erano pochi.

Oggi, nel pomeriggio, sarò dimesso dall’ospedale Niguarda dove sono stato ricoverato e accudito da un gruppo di medici, infermieri e operatori splendidi, attenti e sempre disponibili. Anche a loro rivolgo i miei piu sentiti ringraziamenti per tutto quello che hanno fatto per me.

Questo è tutto. Scusate se ho usato il blog per fini personali ma ho ritenuto giusto farvi sapere cosa mi era successo ma sopratutto volevo ringraziarvi personalmente per l’affetto che mi avete dimostrato. Di nuovo grazie di cuore a tutti. 😉



17 Commenti

  1. pasqualeNokiaHMD
  2. p@sco
    • Alessio (oissela)
  3. Massimo
  4. babi
    • Alessio (oissela)
  5. Spartak_b1
  6. miketosc
  7. gilberto6666
  8. Ossession
  9. Thugbear
  10. Baalock
  11. Alexxx
  12. Claudio
  13. Giamma777
  14. Oscar
  15. fiat1100d

Aggiungi un commento